Seguici sui social
Pubblicità
Pubblicità

Salute

L'influenza del sistema endocannabinoide sui disturbi dello spettro autistico

Pubblicato il

em

Foto: DR | NORMALE

L'autismo è una condizione neurologica dello sviluppo presente fin dall'infanzia e permanente, che di solito è caratterizzata da difficoltà di comunicazione e interazione sociale. Il termine Disturbo dello Spettro Autistico (ASD) è usato per definire un insieme di disturbi neuropsichiatrici dello sviluppo del bambino, risultanti da disfunzioni nello sviluppo del sistema nervoso centrale. Esistono cinque tipi di disturbi, ma i principali sono l'autismo classico, la sindrome di Asperger e il disturbo dello sviluppo non altrimenti specificato. [1]

Disturbi dello spettro autistico

Secondo l'American Psychiatric Association, il disturbo dello spettro autistico è "una sindrome neurocomportamentale derivante da disturbi del sistema nervoso centrale che influenzano lo sviluppo tipico del bambino. I sintomi compaiono nei primi tre anni di vita e comprendono tre principali domini di disturbo: sociale, comportamentale e di comunicazione” [2]

Non esiste ancora una causa definita per l'autismo e l'attuale trattamento farmacologico offre un'efficacia limitata e gravi effetti collaterali che ne compromettono l'aderenza.

L'influenza del sistema endocannabinoide sui disturbi dello spettro autistico

Nell'ultimo decennio sono stati strutturati diversi studi preclinici e clinici al fine di analizzare i cambiamenti legati alla modulazione del sistema endocannabinoide e alla somministrazione di cannabinoidi in pazienti con autismo o disturbi generalizzati dello sviluppo.

Da questi studi è stato possibile concludere che:

  1. La maggior parte dei farmaci approvati per il controllo dei sintomi associati all'ASD hanno una bassa efficacia e un alto rischio di effetti avversi. Una revisione della letteratura pubblicata nel 2022 ha valutato l'efficacia di nuovi agenti farmacologici per questo scopo. La maggior parte degli studi clinici randomizzati eseguiti (con fluoxetina e ossitocina, per esempio) ha avuto risultati negativi o inconcludenti. Due studi multicentrici con bumetadina si sono conclusi anticipatamente a causa della mancanza di efficacia, con l'unico studio clinico che ha mostrato risultati promettenti per comportamenti dirompenti è stato condotto con farmaci a base di cannabinoidi. [3]
  2. Le alterazioni associate alla PEA sono strettamente correlate ad uno stato infiammatorio generalizzato del sistema nervoso centrale e immunitario [4] nonché ad alterazioni maggiore a livello intestinale [5,6] e i vari componenti del sistema endocannabinoide sono presenti in elevate concentrazioni nel sistema nervoso e nel tratto gastrointestinale.

"La partnership endocannabinoidi-microbiota nell'omeostasi dell'asse intestino-cervello: implicazioni per i disturbi dello spettro autistico"
  1. La somministrazione di farmaci a base di cannabinoidi è stata per lo più in grado di ridurre molteplici sintomi, come ad esempio autolesionismo, iperattività o disturbi del sonno, migliorando così la qualità della vita del paziente e dei suoi operatori sanitari. Gli stessi studi rivelano che il trattamento con cannabinoidi è un'opzione ben tollerata, sicura ed efficace per alleviare i sintomi associati ai cambiamenti dello spettro autistico [7-9]

Sulla base degli studi clinici randomizzati in doppio cieco condotti fino ad oggi su questo argomento, sappiamo che:

  1. Nel 2021, Adi Aran e il suo team hanno somministrato un estratto di chemiotipo III (CBD: THC – 20:1) a bambini con ASD con comportamenti dirompenti. Oltre ad essere ben tollerato, il trattamento con cannabinoidi ha dimostrato una significativa riduzione del 49% in questo tipo di comportamento rispetto al gruppo placebo. [10]
  2. Lo striato (nucleo caudato, putamen e nucleo accumbens) svolge un ruolo cruciale durante lo sviluppo e la sua connettività funzionale atipica (FC) può contribuire allo sviluppo di molteplici sintomi associati all'ASD. Nel 2021, Pretzsch C. et al hanno dimostrato che la somministrazione di CBDV (cannabidivarin, 600 mg) modulava la FC atipica di individui con ASD verso la loro tipica funzione neuronale [11]. Nel 2019, lo stesso autore ha riportato cambiamenti relativi alla somministrazione di cannabidiolo (CBD) nella modulazione dei metaboliti (GABA e glutammato) e alla regolazione dell'ampiezza funzionale delle fluttuazioni a bassa frequenza (fALFF) e CF tra regioni costantemente implicate nella PEA [12,13, XNUMX].
  3. Nel 2020, in Brasile, Estácio Amaro da Silva Júnior e colleghi hanno concluso che la somministrazione di un estratto di chemiotipo III ha migliorato i livelli di ansia, agitazione psicomotoria, interazione sociale e capacità di concentrazione in 30 bambini con ASD rispetto al gruppo placebo. [14]
  4. Nel 2018, in Iran, Mona Khalaj e colleghi hanno suggerito che la somministrazione dell'endocannabinoide palmitoiletanolamide può sinergizzare con risperidone nell'attenuare i livelli di iperattività e irritabilità associati all'autismo, attraverso la sua capacità di ridurre l'infiammazione e l'iperstimolazione del sistema glutamatergico. . [15]

Infine, è anche importante ricordare che nel 2021 è stato sviluppato il primo studio osservazionale, che mirava a determinare il potenziale della farmacocometabolomica nell'identificazione di biomarcatori metabolici che rispondono al trattamento con cannabinoidi. Sono state effettuate indagini comportamentali prima della raccolta di 2 campioni di saliva (prima e circa 90-120 minuti dopo la somministrazione di farmaci a base di cannabinoidi) a 9 bambini sani e 15 bambini con autismo (nessuna storia di epilessia) in trattamento con cannabinoidi (THC – 0.05 a 50 mg e CBD – da 7.5 a 200 mg).

Successivamente sono state valutate le variazioni di diversi biomarcatori (N-acetil-aspartato (NAA), Spermina, Cortisolo, Deidroepiandrosterone Solfato e Glutammina, tra gli altri) che, secondo gli autori, dopo la somministrazione della dose mattutina di farmaci a base di cannabinoidi , ha raggiunto livelli fisiologici identici a quelli dei bambini con sviluppo tipico.

"Il potenziale dei biomarcatori sensibili alla cannabis a base di lipidi salivari per valutare il trattamento medico della cannabis nei bambini con disturbo dello spettro autistico".

Pubblicato sulla rivista Cannabis e ricerca sui cannabinoidi e condotto dal Dr. Bonni Goldstein, un pediatra di Los Angeles, con più di 13 anni di pratica clinica con i cannabinoidi, questo studio ha permesso di identificare il profilo metabolico dei bambini con ASD con una risposta terapeutica positiva al trattamento con i cannabinoidi. Possiamo quindi considerare i biomarcatori Cannabis-Responsive™ come una misura universale di analisi dell'impatto fisiologico del trattamento con cannabinoidi, che fornisce agli operatori sanitari dati oggettivi e quantitativi, consentendo loro di personalizzare e ottimizzare il trattamento con cannabinoidi tenendo conto del profilo di ogni individuo. [16,17]

BIBLIOGRAFIA

, Federazione portoghese dell'autismo – Accessibile il 28 luglio 2022 all'indirizzo: https://www.fpda.pt/

[2] Associazione psichiatrica americana (2013). Disturbo dello spettro autistico - In Manuale diagnostico e statistico dei disturbi mentali (5a ed.)

[3] Baribeau, D., Vorstman, J. & Anagnostou, E. Nuovi trattamenti nel disturbo dello spettro autistico. Curr. Opin. Psichiatria 35, 101–110 (2022). Doi: 10.1097/YCO.0000000000000775

[4] Siniscalco, D., Schultz, S., Brigida, A., e Antonucci, N. Infiammazione e disregolazioni neuroimmuni nei disturbi dello spettro autistico.Pharmaceuticals 11, 56. (2018).  https://doi.org/10.3390/ph11020056

[5] McElhanon, BO, McCracken, C., Karpen, S., e Sharp, WG Sintomi gastrointestinali nel disturbo dello spettro autistico: una meta-analisi. Pediatria 133 (5), 872–883.(2014). doi: 10.1542/peds.2013-3995

[6] Coccurello R, Marrone MC e Maccarrone M. La partnership endocannabinoidi-microbiota nell'omeostasi dell'asse intestino-cervello: implicazioni per i disturbi dello spettro autistico. Davanti Farmaco. 13:869606. (2022) doi: 10.3389/ffhar.2022.869606

[7] Aran A, Cassuto H, Lubotzky A, et al. Breve relazione: cannabis ricca di cannabidiolo in bambini con disturbo dello spettro autistico e gravi problemi comportamentali - Uno studio di fattibilità retrospettivo. J Autism Dev Disord 49: 1284–1288. (2018) doi:10.1007/s10803-018-3808-2

[8] Bar-Lev Schleider, L., Mechoulam, R., Saban, N., Meiri, G., e Novack, V. Real Life Esperienza nel trattamento della cannabis medica nell'autismo: analisi di sicurezza ed efficacia. Sci. Rappresentante. 9, 200. (2019). doi:10.1038/S41598-018- 37570-Y

[9] Fleury-Teixeira, P., Caixeta, FV, Ramires da Silva, LC, e Brasil-Neto, R. Effetti dell'estratto di cannabis sativa arricchito con CBD sui sintomi del disturbo dello spettro autistico: uno studio osservazionale su 18 partecipanti sottoposti a un uso compassionevole. Davanti. Neurol. 10. (2019). doi: 10.3389/fneur.2019.01145

[10] Aran et al. Trattamento con cannabinoidi per l'autismo: uno studio randomizzato proof-of-concept. Mol. autismo (2021) 12:6. https://doi.org/10.1186/s13229-021-00420-2

[11] Pretzsch, Charlotte M., Floris, Dorothea L., Voinescu, Bogdan, Elsahib, Malka, Mendez, Maria A., Wichers, Robert, Ajram, Laura, et al., Modulazione delle differenze di connettività funzionale striatale negli adulti con e senza disturbo dello spettro autistico in uno studio randomizzato a dose singola di cannabidivarina. Mol. autismo 12 (1). (2021)  https://doi.org/10.1186/s13229-021-00454-6.

[12] Pretzsch CM, Voinescu B, Mendez MA, Wichers R, Ajram L, Ivin G, et al. L'effetto del cannabidiolo (CBD) sull'attività a bassa frequenza e sulla connettività funzionale nel cervello degli adulti con e senza disturbo dello spettro autistico (ASD). J Psychopharmacol. 2019;33:1141–8. (2019) https://doi.org/10.1177/0269881119858306

[13] Pretzsch CM, Freyberg J, Voinescu B, Lythgoe D, Horder J, Mendez MA, et al. Effetti del cannabidiolo sui sistemi di eccitazione e inibizione del cervello; uno studio randomizzato a dose singola controllato con placebo durante la spettroscopia di risonanza magnetica in adulti con e senza disturbo dello spettro autistico. Neuropsicofarmacologia.;44(8):1398–405. (2019); https://doi.org/10.1038/s41386-019-0333-8

[14] Junior E. et al. Valutazione dell'efficacia e della sicurezza dell'estratto di cannabis ricco di cannabidiolo nei bambini con disturbo dello spettro autistico: studio clinico randomizzato, in doppio cieco e controllato con placebo. Trends Psychiatry Psychother – Articolo di giornale Pre-prova (2020) http://dx.doi.org/10.47626/2237-6089-2021-0396

[15] Khalaj M, Saghazadeh A, Shirazi E, Shalbafan MR, Alavi K, Shooshtari MH, et al. Palmitoiletanolamide come terapia aggiuntiva per l'autismo: risultati di efficacia e sicurezza da uno studio controllato randomizzato. J. Psychiatr. Res. 103, 104-111. (2018) https://doi.org/10.1016/j.jpsychires.2018.04.022

[16] Siani-Rose M., Cox S., Goldstein B., Abrams D., Taylor M., Kurek I. Biomarcatori sensibili alla cannabis: un'applicazione basata sulla farmacotabolomica per valutare l'impatto del trattamento medico con cannabis sui bambini con disturbo dello spettro autistico. Cannabis e ricerca sui cannabinoidi X:X, 1-12, (2021) DOI: 10.1089/can.2021.0129

[16] Siani-Rose M., McKee R., Cox S., Goldstein B., Abrams D., Taylor M., Kurek I. Il potenziale dei biomarcatori sensibili alla cannabis a base di lipidi salivari per valutare il trattamento medico della cannabis nei bambini con disturbo dello spettro autistico. Cannabis e ricerca sui cannabinoidi X:X, 1-15 (2022) DOI: 10.1089/can.2021.0224.

___________________________________________________________________
* Soraia Tomás è un'infermiera, diplomata alla Escola Superior de Enfermagem de Coimbra nel 2015. Ha lavorato nella terapia intensiva di chirurgia cardiotoracica e trapianto polmonare a Lisbona. Attualmente lavora presso lo Spine Center, un servizio di chirurgia della colonna vertebrale e un'unità di terapia intensiva di chirurgia generale presso l'Hospital da Luz di Coimbra, città in cui risiede. Entusiasta nel campo della cannabis medicinale, è membro del consiglio scientifico dell'Osservatorio portoghese della cannabis medicinale, ha partecipato a conferenze in questo settore (Portugal Medical Cannabis, Cannabis Europa, CannX, tra gli altri) e ha conseguito un diploma post-laurea in GMP per Cannabis Medicinale, corso svolto dall'Osservatorio Portoghese della Cannabis Medicinale in collaborazione con il Laboratorio Militare di Prodotti Chimici e Farmaceutici e la Facoltà di Farmacia dell'Università di Lisbona. Presidente del Consiglio di APCNNA – Associazione Portoghese per l'Informazione sulla Cannabis, intende sviluppare progetti dedicati alla diffusione, educazione e formazione sulla cannabis medica per gli operatori sanitari e il pubblico in generale, promuovendo così l'eccellenza nella pratica professionale e un accesso sicuro ed efficace ai cannabinoidi terapie.

Clicca qui per commentare
Sottoscrivi
Notifica
0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti
Pubblicità
Pubblicità cannaduro

Guarda il documentario "Pazienti"

Documentario Pazienti Laura Ramos aiutaci a crescere

Recentes mais

Internazionale14 ore fa

Biden è il primo presidente degli Stati Uniti a firmare una legge sulla cannabis

Il 2 dicembre il presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha fatto la storia diventando il primo presidente degli Stati Uniti a...

Nazionalegiorni fa 2

Portogallo: Mothers for Cannabis Movement lancia una petizione per il diritto alla coltivazione personale e associativa

Il Movimento Mothers for Cannabis, fondato in Portogallo nel maggio 2022 da centinaia di pazienti che chiedono l'accesso alla cannabis...

comunicati stampasettimane fa 1

GNR: 10 mesi di indagini per sequestrare 32 dosi di hashish e 48 di cocaina

Il Comando Territoriale di Porto, attraverso il Nucleo Investigativo Criminale (NIC) di Felgueiras, il 28 novembre, ha arrestato...

intervistesettimane fa 1

André Paquete Carvalho: “Amsterdam è molto aperta, ma viviamo ancora in tempi di tolleranza. La cannabis qui è ancora illegale”.

Le interviste "Working with Cannabis", pubblicate su Cannadouro Magazine, cercano di presentare i portoghesi che lavorano nel settore della cannabis...

Canapasettimane fa 3

Cannabis o canapa? La Spagna sta commettendo gli stessi errori del Portogallo?

La Guardia Civil ha recentemente annunciato il più grande sequestro di cannabis mai effettuato in Spagna, ma subito dopo sono arrivate diverse voci...

Nazionalesettimane fa 3

L'account Cannadouro scompare da Instagram 1 giorno prima dell'evento

L'account Instagram di CannaDouro sarà stato cancellato o bloccato dal provider del social network. L'accesso alla pagina è stato...

Canapasettimane fa 3

Ricette Pedrêz: Come realizzare calcestruzzo di canapa colato in situ

Nel 2018 il laboratorio Pedrêz ha iniziato, in Rua do Paraíso 331, nel centro storico di Porto, la costruzione del primo...

Eventisettimane fa 3

Cannadouro torna ad Alfândega do Porto il prossimo fine settimana

Poco dopo Porto è stata scelta dai World Travel Awards come la migliore città di destinazione al mondo...

Internazionalesettimane fa 3

Irlanda: People Before Profit vuole cambiare la legislazione per consentire il consumo di cannabis da parte degli adulti

Il partito politico irlandese People Before Profit presenterà tra due settimane un disegno di legge che intende cambiare il...

Internazionalesettimane fa 3

USA: Il presidente del National Institute of Military Justice chiede l'estensione della grazia per i reati di cannabis al personale militare

Il presidente del National Institute of Military Justice degli Stati Uniti d'America (USA) ha chiesto al presidente Joe Biden di...