Seguici sui social

Internazionale

NBA: Klay Thompson dei Warriors affronta il suo arresto per possesso di cannabis

Pubblicato il

em

Ascolta questo articolo
Foto: DR

Klay Thompson, lanciatore e campione NBA dei Golden State Warriors, ha recentemente reso pubblica la sua storia con la polizia sul possesso di una piccola quantità di cannabis. Il giocatore è stato avvicinato dalle autorità statunitensi ed è stato persino ammanettato per avere meno di due grammi di fiori della pianta.

Thompson è apparso di recente nello show 'Tutto il fumo' e ha fornito alcuni dettagli sull'evento insolito della sua vita, quando è stato avvicinato dalla polizia a casa sua. Klay ha ricordato la situazione con una certa indignazione e senso dell'umorismo. Ha detto che stava parcheggiando davanti a casa sua e che aveva solo una piccola borsa del peso di meno di due grammi nel vano portaoggetti dell'auto. La sua intenzione era solo quella di tornare a casa, rilassarsi e ascoltare la sua musica preferita, quando la polizia lo ha avvicinato e ha insistito per perquisire il suo veicolo.

Il giocatore di basket alla fine avrebbe lasciato che la polizia perquisisse l'auto e finì per essere ammanettato per strada, in una situazione che lo fece vergognare. “In quel momento ho pensato 'I miei genitori saranno così arrabbiati, così delusi!' Gli agenti alla fine avrebbero rilasciato Thompson, ma non senza prima aver registrato un record e imporre una multa. "Non avrei fatto del male a nessuno, avevo solo un piccolo sacco di erba", ha confessato. Klay Thompson è il campione e una delle grandi figure della NBA. Tuttavia, ci sono state alcune polemiche sull'inizio della sua carriera professionale nel 2011 a causa del suo litigio con le autorità.

L'atleta ha rivelato che, due anni dopo, fumare cannabis è diventato legale a Washington, il che "lo ha reso ancora più stupido". Klay spiega nel video che "non è un idiota" e che non era drogato di cannabis durante la guida, voleva solo andare a casa e rilassarsi.

 

____________________________________________________________________________________________________

[Disclaimer: tieni presente che questo testo è stato originariamente scritto in portoghese ed è tradotto in inglese e in altre lingue utilizzando un traduttore automatico. Alcune parole potrebbero differire dall'originale e potrebbero verificarsi errori di battitura o errori in altre lingue.]

____________________________________________________________________________________________________

Cosa fai con 3€ al mese? Diventa uno dei nostri Patroni! Se ritieni che il giornalismo cannabico indipendente sia necessario, iscriviti a uno dei livelli di il nostro account Patreon e avrai accesso a regali unici e contenuti esclusivi. Se siamo in tanti, con poco possiamo fare la differenza!

Sono uno dei direttori di CannaReporter, che ho fondato insieme a Laura Ramos. Vengo dall'isola unica di Madeira, dove attualmente risiedo. Mentre ero a Lisbona alla FCUL studiando Ingegneria Fisica, sono stato coinvolto nella scena nazionale della canapa e della cannabis, avendo partecipato a diverse associazioni, alcune delle quali sono ancora membro. Seguo l'industria globale e in particolare i progressi legislativi relativi ai diversi usi della cannabis.

Sono contattabile via email all'indirizzo joao.costa@cannareporter.eu

Clicca qui per commentare
Sottoscrivi
Notifica

0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti
Pubblicità


Guarda il documentario "Pazienti"

Documentario Pazienti Laura Ramos aiutaci a crescere

Recentes mais

Internazionaleore 1 fa

La Germania approva il primo cannabis social club dopo la legalizzazione

Il ministro dell'Agricoltura della Bassa Sassonia, Miriam Staudte, ha annunciato lunedì che il suo ufficio ha autorizzato il primo club...

Canapagiorni fa 3

La Thailandia sempre più vicina a riclassificare cannabis e canapa come sostanze controllate

La Tailandia ha compiuto un altro passo decisivo verso la ri-vietazione della cannabis nel paese. Venerdì scorso,...

Internazionalesettimane fa 1

L’Osservatorio europeo delle droghe e delle tossicodipendenze (OEDT) diventa l’Agenzia dell’Unione europea per le droghe (EUDA)

Il 2 luglio 2024 l’Osservatorio europeo delle droghe e delle tossicodipendenze (OEDT) diventerà l’Agenzia...

Eventisettimane fa 2

L’ICRS – International Cannabinoid Research Society riunisce medici e ricercatori a Salamanca per il 34° Simposio sui Cannabinoidi

Se pensi che la ricerca sulla cannabis sia qualcosa di recente e che non ci siano ancora abbastanza studi… ripensaci! E...

cronacasettimane fa 2

Terroir 101 – Un'introduzione

Questo articolo inizia una serie di argomenti necessari per coloro che credono che questa pianta meriti di essere venerata ed elevata...

Eventisettimane fa 2

La direttrice di CannaReporter®, Laura Ramos, nominata “Giornalista dell'anno” ai Business of Cannabis Awards

L'industria della cannabis si sta per riunire a Londra per due giorni di Cannabis Europe e una notte di...

comunicati stampasettimane fa 3

Cannabis Europe accoglie i leader europei e nordamericani a Londra per trarre vantaggio dal mercato europeo della cannabis

L’industria della cannabis nordamericana sta creando un movimento significativo attraverso l’Atlantico in quanto leader di questo...

Internazionalesettimane fa 4

La polizia tedesca chiarisce di non aver suggerito il consumo di cannabis (al posto dell'alcol) ai tifosi inglesi a Euro 2024

La polizia di Gelsenkirchen, in Germania, è stata citata in un notiziario secondo cui l'attenzione sarebbe stata più focalizzata sui tifosi...

Eventisettimane fa 4

Le sostanze sintetiche minacciano l'enorme successo di Mary Jane Berlin

Ci si aspettava che questa edizione di Mary Jane Berlin sarebbe stata il più grande raduno di sempre della comunità della cannabis in...

Nazionalesettimane fa 4

L'ICAD promuove un'indagine europea sul consumo di droga in Portogallo

L'Istituto per le dipendenze e le dipendenze (ICAD) ha lanciato la quarta edizione dell'indagine web europea sulle droghe...