Seguici sui social
Pubblicità

Internazionale

Brasile: Santa Cannabis ottiene l'autorizzazione a coltivare cannabis per scopi medicinali

Pubblicato il

em

Foto: DR | Santa Cannabis

L'associazione Santa Canapa è diventata la prima associazione nel sud del Brasile a ricevere l'autorizzazione per coltivare cannabis e produrre medicinali a base vegetale. Il Tribunale Federale ha concesso a Santa Cannabis, con sede a Florianópolis, Santa Catarina, l'autorizzazione a coltivare cannabis per scopi medicinali, segnando una decisione storica per l'associazione. Dal 2019 Santa Cannabis ha già coltivato cannabis per molti dei suoi 3.400 associati, ma lo ha fatto sulla base della disobbedienza civile. 

Pedro Sabaciauskis, fondatore di Santa Cannabis, ha dichiarato a Cannareporter che questa decisione tanto attesa “rappresenta sicurezza per i nostri associati e collaboratori, oltre ad aprire la possibilità di partnership con università, dipartimenti statali e centri di ricerca, nella ricerca di garantire un ambiente sicuro , fornitura accessibile che viene prodotta, elaborata, ricercata, distribuita a livello nazionale, a basso costo e fornita a tutti attraverso il sistema sanitario pubblico”

Pedro ha anche ricordato che l'ispirazione per fondare l'associazione Santa Cannabis è venuta dopo aver curato sua nonna, che soffre del morbo di Parkinson. La storia di Pedro Sabaciauskis e Santa Cannabis era già stato raccontato da Cannareporter nel 2021.

Il Brasile ha un forte movimento associativo nella cannabis terapeutica
A differenza del Portogallo, il Brasile ha più di 30 associazioni di cannabis terapeutica, con un notevole potere di intervento e rivendicazione. Oltre a Santa Cannabis, altre associazioni utilizzano già o coltivano cannabis medicinale per i loro pazienti, come ad esempio abbraccio, abbraccio, abracannabis, apepi, amami+, coltivare, maria fiore, Il fiore della vita, pubblico, Lega Cannabis, mamme, curaproE ACCURA. Alcuni di loro hanno anche l'autorizzazione alla coltivazione concessa dai tribunali brasiliani. 

Santa Cannabis non produce solo medicinali ma anche rifornimenti corsi sulla coltivazione e l'estrazione di cannabis per scopi medicinali. Inoltre, offre servizi di assistenza ai pazienti e persino a Podcast. Nonostante abbia affrontato sfide legali e arresti, Santa Cannabis ha persistito nella disobbedienza civile e continua a fornire assistenza alle sue 3400 famiglie membri. 

Corruzione e prezzi elevati preoccupano le associazioni
Sabaciauskis ha espresso preoccupazione per la recente ondata di stati in Brasile che hanno approvato leggi per distribuire farmaci a base di cannabis attraverso il SUS, il sistema sanitario pubblico nazionale. il presidente di Santa Cannabis ritiene che la produzione interna sarebbe più vantaggiosa per il paese nel suo insieme, piuttosto che aprire le porte ai mercati internazionali per sfruttare i pazienti e drenare fondi SUS limitati. Secondo Pedro, il mercato internazionale del CBD ha attualmente un'eccedenza di prodotti che vengono lanciati nel mercato brasiliano, approfittando degli alti tassi di cambio e generando profitti per politici corrotti.
 

L'autorizzazione concessa a Santa Cannabis è una vittoria significativa per la comunità della cannabis terapeutica in Brasile. L'impegno dell'associazione nel fornire accesso a farmaci e istruzione a base di cannabis di alta qualità continuerà a beneficiare i pazienti e le loro famiglie, anche di fronte a sfide legali e opposizione politica. 

Pubblicità


Guarda il documentario "Pazienti"

Documentario Pazienti Laura Ramos aiutaci a crescere

Recentes mais

Internazionalegiorni fa 6

Lussemburgo: il nuovo governo congela la legalizzazione della cannabis

L'ambizioso piano del Lussemburgo per la piena legalizzazione dei mercati della cannabis ricreativa è stato sospeso dal nuovo governo...

Internazionalesettimane fa 1

Il rapporto di Europol e EMCDDA mette in guardia sui problemi della tratta. Il mercato della cannabis in Europa vale più di 11.4 miliardi all’anno

Un’analisi congiunta dell’EMCDDA e dell’Europol, intitolata “Il mercato della droga nell’UE: cannabis”, pubblicata la scorsa settimana, avverte che il mercato...

Internazionalesettimane fa 1

Syqe Air è stato approvato in Australia come dispositivo medico. L'azienda israeliana potrebbe essere acquistata da Phillip Morris per oltre 600 milioni di dollari

Syqe Medical ha annunciato che il suo vaporizzatore, Syqe Air, è stato approvato dalle autorità sanitarie australiane come dispositivo medico....

Internazionalesettimane fa 2

Australia: l'Associazione Medica mette in guardia sui rischi derivanti dall'uso ricreativo di cannabis

In un contesto di intensi dibattiti sulla legalizzazione della cannabis ricreativa in Australia, l'Australian Medical Association (AMA) ha presentato una...

Internazionalesettimane fa 2

Italia: i ricercatori trovano prove dell'uso di cannabis nel XVII secolo a Milano

Scoperte archeotossicologiche hanno rivelato che ci furono contatti con la cannabis nell'Europa del XVII secolo. Analisi delle ossa di pazienti ospedalieri...

Eventisettimane fa 2

Cannadouro torna ad Alfandega do Porto il prossimo fine settimana

È sicuramente il luogo d'incontro della cultura della cannabis in Portogallo. Il 18 e 19 novembre di quest'anno...

Corporazionisettimane fa 2

Organigram riceve un investimento strategico di 124,6 milioni da British American Tobacco

Organigram Holdings Inc., produttore canadese di cannabis, ha annunciato un investimento strategico di 124,6 milioni di dollari canadesi da...

Internazionalesettimane fa 2

Germania: la legalizzazione potrebbe avvenire solo nel 2024, con il rinvio del voto al Bundestag

I progressi nella legislazione per regolamentare la cannabis in Germania hanno subito un ulteriore ritardo. Secondo MarijuanaMoment, il voto...

Internazionalesettimane fa 3

Sidarta Ribeiro strizza l'occhio a Baudelaire con “As Flores do Bem”

La famosa scienziata brasiliana Sidarta Ribeiro ha recentemente pubblicato un libro che promette di sfidare i pregiudizi sulla cannabis e contribuire a...

Nazionalesettimane fa 3

Portogallo: il primo ministro António Costa si dimette per sospetto di corruzione

Il Primo Ministro del Portogallo, António Costa, ha presentato questo pomeriggio le sue dimissioni al Presidente della Repubblica, Marcelo Rebelo de Sousa,...