Seguici sui social

Internazionale

Svizzera: Zurigo avanza con un progetto pilota per vendere cannabis ai residenti adulti

Pubblicato il

em

Foto: DR | Cannavigia

Il governo svizzero ha dato il via libera alla città di Zurigo per lanciare un programma sperimentale che autorizzerà il consumo e la vendita di cannabis agli adulti, a partire da questa estate. Il progetto pilota fa parte degli sforzi della Svizzera per valutare gli effetti reali della legalizzazione del consumo di cannabis da parte degli adulti sulla sua popolazione.

Il progetto dal titolo "Züri Can – Cannabis responsabile“, progettato dallo Stato di Zurigo in collaborazione con il Ospedale universitario di Zurigo, mira a indagare l'impatto della fornitura regolamentata di cannabis sul consumo e sulla salute degli utenti, monitorati attraverso il software Sistema dispensario di cannabisDi Cannavigia, di proprietà di Vigia AG. O Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP), il centro di sanità pubblica del governo federale svizzero, ha approvato il progetto il 21 marzo.

Più di 2.000 abitanti di Zurigo potrebbero essere coperti dal progetto

Il programma triennale mira a fornire informazioni pertinenti sul miglior modo possibile di affrontare la cannabis, indagando su come il consumo e la salute dei partecipanti sono influenzati dall'acquisto di prodotti di cannabis selezionati da coltivazioni controllate in condizioni regolamentate, cercando di confrontare i vantaggi e gli svantaggi di vari punti di approvvigionamento, prodotti a base di cannabis e lo stato attuale del mercato illegale per promuovere la salute pubblica, la sicurezza e la tutela dei minori.

Circa 2.100 residenti di Zurigo potrebbero avere diritto ad acquistare dosi regolamentate di cannabis per uso personale in cambio della compilazione di un questionario ogni sei mesi sulle loro abitudini di consumo e sulla loro salute.

Sono aperte le candidature per partecipare al progetto., con alcuni requisiti, come essere residente a Zurigo, avere più di 18 anni, essere un consumatore attivo di cannabis da almeno un anno e avere una buona conoscenza del tedesco. La partecipazione è vietata alle donne incinte o che allattano, nonché agli autisti professionisti e agli adulti che mostrano segni di tossicodipendenza o problemi di salute dovuti al consumo abusivo.

I partecipanti possono acquistare cannabis da farmacie, dispensari speciali e circoli sociali situati a Zurigo. I prezzi di questi prodotti a base di cannabis regolamentati rifletteranno i cambiamenti nei prezzi di mercato illegali.

Si prevede che saranno disponibili un totale di 21 punti di fornitura per lo studio sulla cannabis e che le vendite inizieranno nell'agosto 2023.

I partecipanti avranno la possibilità di scegliere tra una varietà di prodotti con diverse concentrazioni di THC e CBD, rigorosamente controllati per la loro purezza e prodotti esclusivamente da aziende svizzere autorizzate, in modalità biologica.

Cannavigia monitora la tracciabilità

Come già accade a Basilea, Vigia SA è il partner ufficiale dell'UFSP per il tracciamento e la tracciabilità dei programmi pilota. La partnership tra il governo e la società tecnologica nel settore della cannabis consentirà la massima trasparenza e tracciabilità del progetto a Zurigo. Attraverso Sistema dispensario di cannabis, Oltre all'attuale sistema software Cannavigia di Vigia AG, sarà possibile per le aziende che coltivano cannabis per progetti monitorare la loro coltivazione e la catena di approvvigionamento, garantendo la qualità dei prodotti finali.

Il software consente inoltre ai dispensari di registrare i partecipanti allo studio, tenere traccia delle vendite e garantire che solo le persone autorizzate possano acquistare i prodotti. Ciò garantisce la protezione dei consumatori e si traduce in una catena di approvvigionamento trasparente e tracciabile che può essere mantenuta anche in un futuro ambiente legalizzato. O Sistema dispensario di cannabis fornisce all'UFSP una panoramica della circolazione della cannabis in Svizzera e sostiene l'obbligo di notifica al Consiglio internazionale di controllo degli stupefacenti delle Nazioni Unite.

I prodotti saranno disponibili da luglio 2023

Dopo l'approvazione del governo, il Produzione pura AG e swissextract sarà in grado di iniziare a coltivare le piante di cannabis necessarie per lo studio. Il primo raccolto dovrebbe avvenire nel luglio 2023, mentre i prodotti a base di hashish, che richiedono più tempo per essere prodotti e richiedono una lavorazione più complessa, dovrebbero essere disponibili nell'ultima metà di ottobre 2023.

Zurigo è la seconda città svizzera a partecipare al programma pilota che mira a studiare gli effetti della legalizzazione della cannabis in Svizzera, con Basilea la prima a iniziare le vendite regolamentate di cannabis per uso adulto/ricreativo alla fine di gennaio.

Nel frattempo, anche molti altri paesi europei stanno investendo nello studio dell'impatto della legalizzazione della cannabis, con il La Germania concentra l'attenzione sulla sua intenzione di varare una legge nelle prossime settimane legalizzare l'uso della cannabis da parte degli adulti. UN La Repubblica Ceca ha annunciato il suo obiettivo di legalizzare la cannabis dopo aver osservato l'iniziativa tedesca, ma non ha ancora rivelato i dettagli del suo piano. Il Belgio e il Lussemburgo avrebbero dovuto attuare riforme sulla cannabis che avrebbero consentito la coltivazione personale per uso domestico, ma la loro legislazione deve ancora essere finalizzata.

Attualmente, Malta è l'unico paese europeo ad aver legalizzato la cannabis per uso adulto, compresa l'auto-coltivazione, con i processi di registrazione per l'ottenimento di licenze per la creazione di associazioni di cannabis.

 

____________________________________________________________________________________________________

[Disclaimer: tieni presente che questo testo è stato originariamente scritto in portoghese ed è tradotto in inglese e in altre lingue utilizzando un traduttore automatico. Alcune parole potrebbero differire dall'originale e potrebbero verificarsi errori di battitura o errori in altre lingue.]

____________________________________________________________________________________________________

Cosa fai con 3€ al mese? Diventa uno dei nostri Patroni! Se ritieni che il giornalismo cannabico indipendente sia necessario, iscriviti a uno dei livelli di il nostro account Patreon e avrai accesso a regali unici e contenuti esclusivi. Se siamo in tanti, con poco possiamo fare la differenza!

Clicca qui per commentare
Sottoscrivi
Notifica

0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti
Pubblicità


Guarda il documentario "Pazienti"

Documentario Pazienti Laura Ramos aiutaci a crescere

Recentes mais

Internazionalegiorni fa 4

La polizia tedesca chiarisce di non aver suggerito il consumo di cannabis (al posto dell'alcol) ai tifosi inglesi a Euro 2024

La polizia di Gelsenkirchen, in Germania, è stata citata in un notiziario secondo cui l'attenzione sarebbe stata più focalizzata sui tifosi...

Eventigiorni fa 4

Le sostanze sintetiche minacciano l'enorme successo di Mary Jane Berlin

Ci si aspettava che questa edizione di Mary Jane Berlin sarebbe stata il più grande raduno di sempre della comunità della cannabis in...

Nazionalegiorni fa 6

L'ICAD promuove un'indagine europea sul consumo di droga in Portogallo

L'Istituto per le dipendenze e le dipendenze (ICAD) ha lanciato la quarta edizione dell'indagine web europea sulle droghe...

Eventigiorni fa 7

Maren Krings, autrice del libro “H is for Hemp”, presenta oggi a Lisbona un documentario sull'Ucraina

Maren Krings, fotoreporter e autrice del libro “H is for Hemp” è oggi a Lisbona per presentare il suo nuovo...

Internazionalesettimane fa 1

USA: la pediatra Bonni Goldstein lancia una petizione contro il divieto dei medicinali naturali a base di CBD in California

La pediatra nordamericana Bonni Goldstein mette in guardia dal tentativo di vietare i medicinali derivati ​​dal CBD naturale...

Internazionalesettimane fa 1

In Europa sono quasi 23 milioni i consumatori di cannabis, la sostanza illecita più consumata

La cannabis continua ad essere di gran lunga la sostanza illecita più consumata in Europa. Sono queste le conclusioni del “Rapporto...

Eventisettimane fa 1

Mary Jane celebra per la prima volta in Germania la cultura della cannabis legale

È il prossimo fine settimana, dal 14 al 16 giugno, che avrà luogo la consueta Mary Jane, presso la Messe...

Eventisettimane fa 2

CB Club riunisce i professionisti della cannabis in attesa di Mary Jane, a Berlino

In attesa del CB Expo (Cannabis Business Expo and Conference), che si svolgerà a Dortmund, nel mese di settembre, la CB Company...

rapportosettimane fa 2

Sud Africa: la legalizzazione di un settore già fiorente

Nelle settimane precedenti le elezioni dell'Assemblea Generale in Sud Africa, mercoledì scorso, 29 maggio, si sono svolte...

intervistesettimane fa 2

Rui Reininho: “Penso che sia davvero strano che i miei colleghi della GNR mettano il naso nelle proprietà delle persone per vedere cosa fa questa pianta”

Rui Reininho, musicista portoghese divenuto famoso come cantante dei GNR, non ha bisogno di presentazioni. Contrariamente a quanto molti pensano, non ha trovato...