Seguici sui social

Internazionale

Afghanistan: il regime talebano vieta la coltivazione di cannabis e canapa in tutto il paese

Pubblicato il

em

Piantagione di cannabis in Afghanistan. Foto: David Gill (2011) - Rete di analisti dell'Afghanistan

I talebani hanno recentemente promulgato una legge che vieta la coltivazione di cannabis e canapa in tutto l'Afghanistan, secondo una pubblicazione del loro leader, Hibatullah Akhundzada, in Twitter. Il nuovo decreto vieta severamente la piantagione di piante di cannabis e qualsiasi violazione di questo ordine comporterà la completa distruzione del raccolto e l'imposizione di una punizione ai sensi della legge della Sharia. L'Afghanistan è uno dei maggiori produttori di cannabis al mondo.

La dichiarazione del leader talebano, condivisa sul Twitter, sottolinea che la coltivazione di cannabis e canapa in tutto il paese è completamente vietata e che chiunque violi questo ordine sarà ritenuto responsabile delle proprie azioni. Inoltre, i tribunali sono stati incaricati di imporre severe punizioni a coloro che violano questa legge.

Si prevede che il divieto dei talebani alla coltivazione della cannabis avrà un enorme impatto sull'economia del paese e sul sostentamento della sua popolazione, che vive essenzialmente dell'agricoltura e molti della coltivazione della cannabis e della canapa. Il governo deve ancora annunciare eventuali colture alternative per gli agricoltori, lasciando molti di loro incerti sul loro futuro.

Gli asini trasportano piante di cannabis raccolte a Baharak, Badakhshan. Foto: David Gill (2011), Afghanistan Analysts Network – AAN.

Afghanistan: uno dei maggiori produttori di cannabis al mondo 
L'Afghanistan è uno dei maggiori produttori di cannabis al mondo e, secondo le Nazioni Unite (ONU), ne è diventato il principale produttore nel 2010. Il paese ha una lunga storia nella produzione di oppio, che è la materia prima per la produzione di eroina, poiché così come la produzione di cannabis, con coltivazioni su larga scala in quasi la metà delle sue province.

Un rapporto del 2010 dell'Ufficio delle Nazioni Unite contro la droga e il crimine (UNODC) ha affermato che ogni anno in Afghanistan vengono coltivati ​​tra i 9.000 ei 29.000 ettari di cannabis, essendo la coltura principale in 19 delle 34 province del paese. Si ritiene che il commercio illegale di cannabis abbia alimentato la militanza nel paese prima che i talebani si insediassero nel 2021. Prima di salire al potere, i talebani avrebbero approfittato del commercio illecito di entrambe le sostanze imponendo tasse ad agricoltori e contrabbandieri, consentendo loro così di passaggio sicuro dei prodotti. Il commercio di oppio e cannabis in Afghanistan ha avuto effetti negativi anche sui paesi vicini come il Pakistan, dove ogni anno vengono contrabbandate grandi quantità di droghe illegali attraverso il confine.

Cannabis: una pianta storica in Afghanistan
Secondo un rapporto pubblicato dal Rete di analisti dell'Afghanistan – AAN, la pianta di cannabis è originaria della regione di cui fa parte l'Afghanistan. “Nel corso della storia umana, quasi ogni parte della pianta è stata utilizzata: le fibre per fare vestiti, semi ricchi di olio come cibo, foglie, fiori e resina come medicina e, naturalmente, come droga psicoattiva. L'hashish, ricavato dalla resina di cannabis, è una sostanza potente. La sua produzione in Afghanistan si è espansa oltre i tradizionali mercati del Paese solo nella seconda metà del XX secolo”.

Jelena Bjelica e Fabrizio Foschini dell'AAN hanno riunito la scarsa letteratura storica e contemporanea, rapporti, studi e altre fonti che descrivono in dettaglio la storia culturale della coltivazione della cannabis e della produzione di hashish in Afghanistan e hanno pubblicato un rapporto in due parti: la coltivazione e la produzione e consumo di hashish.

 

____________________________________________________________________________________________________

[Disclaimer: tieni presente che questo testo è stato originariamente scritto in portoghese ed è tradotto in inglese e in altre lingue utilizzando un traduttore automatico. Alcune parole potrebbero differire dall'originale e potrebbero verificarsi errori di battitura o errori in altre lingue.]

____________________________________________________________________________________________________

Cosa fai con 3€ al mese? Diventa uno dei nostri Patroni! Se ritieni che il giornalismo cannabico indipendente sia necessario, iscriviti a uno dei livelli di il nostro account Patreon e avrai accesso a regali unici e contenuti esclusivi. Se siamo in tanti, con poco possiamo fare la differenza!

Clicca qui per commentare
Sottoscrivi
Notifica

0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti
Pubblicità


Guarda il documentario "Pazienti"

Documentario Pazienti Laura Ramos aiutaci a crescere

Recentes mais

Eventigiorni fa 3

L'ICBC Berlino torna a brillare. È l'inizio di una nuova era per l'industria della cannabis in Germania

L'ICBC di Berlino è stata la prima grande conferenza internazionale sulla cannabis a svolgersi dopo la legalizzazione dell'uso da parte degli adulti in...

Internazionalegiorni fa 4

USA: prodotti Mike Tyson richiamati per contaminazione da muffe

Le autorità della California hanno emesso un avviso di richiamo obbligatorio per due prodotti del marchio di cannabis di Mike Tyson,...

Eventigiorni fa 5

Si avvicinano le 4 e a Porto e Lisbona è festa

La data in cui celebrare la cultura della cannabis si avvicina! Questo sabato, 20 aprile, è il giorno in cui...

Internazionalesettimane fa 1

Paul Bergholts, presunto leader di Juicy Fields, detenuto nella Repubblica Dominicana

Paul Bergholts, il presunto leader dello schema piramidale Juicy Fields, è stato detenuto nella Repubblica Dominicana e sarà sottoposto a...

Salutesettimane fa 2

I cannabinoidi rivelano risultati promettenti nel trattamento del disturbo borderline di personalità

Un'indagine condotta da Khiron LifeSciences e coordinata da Guillermo Moreno Sanz suggerisce che i medicinali a base di...

Internazionalesettimane fa 2

Caso Juicy Fields: 9 detenuti da Europol ed Eurojustice. La truffa supera i 645 milioni di euro

Un'indagine congiunta condotta da diverse autorità europee, supportata da Europol ed Eurojust, è culminata nell'arresto di nove sospetti...

Internazionalesettimane fa 2

I consumatori abituali di cannabis possono richiedere più anestesia durante le procedure mediche

I consumatori abituali di cannabis possono richiedere più anestesia durante le procedure mediche per rimanere sedati rispetto a...

Internazionalesettimane fa 2

Il futuro del CBD in Giappone: come le riforme legali plasmeranno il mercato

Alla fine dell'anno scorso, il Giappone ha fatto un grande passo avanti verso la riforma sulla cannabis dopo aver approvato...

Nazionalesettimane fa 2

Portogallo: GreenBe Pharma ottiene la certificazione EuGMP presso gli stabilimenti Elvas

GreenBe Pharma, un'azienda produttrice di cannabis terapeutica con sede a Elvas, Portogallo, ha ottenuto la certificazione EU-GMP sotto...

Nazionalesettimane fa 3

Álvaro Covões, di Everything is New, acquista le strutture Clever Leaves in Alentejo per 1.4 milioni di euro

Álvaro Covões, fondatore e amministratore delegato dell'agenzia di promozione dello spettacolo 'Everything is New', che organizza uno dei più grandi festival...