Seguici sui social

Canapa

Dal sogno all'incubo: Marta vive le difficoltà del settore della canapa in Portogallo

Pubblicato il

em

Ascolta questo articolo

Marta Vinhas, fondatrice di Sensicanapa, sta vivendo personalmente le difficoltà del settore della canapa in Portogallo. Dopo aver investito i suoi magri risparmi nella realizzazione del suo sogno – avere un marchio di moda rigenerativo e sostenibile basato sulla canapa – la realtà si è trasformata in un incubo di difficoltà economiche. Eppure Marta non si arrende. Lanciata una campagna crowdfunding, focalizzato sulla ripresa della crescita di Sensihemp, marchio pluripremiato con riconoscimento internazionale.

“Decidere di fare un crowfounding è ribadire la mia scelta di credere nei nuovi modelli economici”, ha detto al Cannareporter.

Marta Viti afferma che “essere in grado di comprendere la scelta di fare a crowdfunding, bisogna tornare all’inizio”. Parlando a Cannareporter, ha spiegato che Sensihemp ha avuto una missione: “democratizzare e far rivivere la tradizione dei tessuti di canapa in Portogallo”.

Em intervista con Cannadouro Magazine, pubblicato sempre su Cannareporter, Marta ha raccontato la sua storia, affermando che “è nostra responsabilità ripensare il modo in cui gli abiti sono pensati, realizzati e consumati. La canapa è una soluzione”, disse all’epoca.

In meno di due anni Sensihemp è andata nelle scuole, nelle università, ha partecipato a convegni, è apparsa in reportage sulla stampa e in televisione ed è stata alla Milano Design Week, “per promuovere e sensibilizzare, insegnando e imparando a tessere una rete di persone, istituzioni, associazioni, movimenti, fornitori e partner”, afferma Marta. “È stato, ed è sulla base delle collaborazioni che si forgia il tessuto organico di Sensihemp. Decidere di fare crowfounding significa riaffermare la mia scelta di credere nei nuovi modelli economici. Un altro motivo è che lavorare con la sostenibilità in Portogallo è una sfida enorme, ancora di più con la canapa e lo stigma che la circonda. Sensihemp è un progetto indipendente e per perseguire la sua missione ha bisogno del sostegno di tutti”, avverte.
“La prima difficoltà che ho dovuto affrontare è stata non ottenere finanziamenti, perché il progetto riguarda la canapa e gli istituti bancari non finanziano le imprese legate alla cannabis”.
Marta afferma che nell’industria della canapa in Portogallo esiste una grande opportunità socio-economica: “oltre alla commercializzazione dei fiori CBD, stanno emergendo progetti in vari settori, nell’edilizia, alimentare, tessile, cosmetica, ecc. Servono però investimenti, sviluppo industriale e sostegno”. A suo avviso, “sarebbe perfettamente logico che il Portogallo fosse autosufficiente” e che “l’origine della canapa per tutti questi progetti fosse portoghese”. Ma perché ciò accada è necessario un cambiamento: “rendere meno burocratici i processi per richiedere i permessi di coltivazione, in modo che gli agricoltori siano interessati a investire in questa coltura”, afferma.
Le difficoltà della canapa in Portogallo

Come imprenditrice, Marta ha vissuto in prima persona i pregiudizi e la mancanza di conoscenza riguardo alla pianta e ai vantaggi derivanti dall’utilizzo dei tessili di canapa. “La prima difficoltà che ho dovuto affrontare è stata non ottenere finanziamenti, perché il progetto si basa sulla canapa e gli istituti bancari non finanziano le imprese legate alla cannabis. Un'altra difficoltà è il fatto che si tratta di una fibra raramente utilizzata nell'industria tessile portoghese, rispetto ad altre fibre. La mancanza di sviluppo industriale e competenza rende il processo produttivo una vera sfida” afferma Marta.

Due anni dopo la creazione di Sensihemp, il riconoscimento pubblico del suo lavoro non corrisponde ai numeri di conto bancario o alle difficoltà finanziarie che Marta sta attraversando. “Molti di voi non lo sanno, ma nel settembre 2021, quando ho creato il marchio, eravamo nel pieno di una pandemia, ero disoccupato e avevo difficoltà finanziarie. Nonostante ciò, con solo 500 euro sul mio conto in banca, non ho lasciato che questo mi impedisse di seguire la missione di Sensihemp e di perseguire i miei sogni", spiega sulla piattaforma di crowdfunding PPL, dove è già riuscito a raccogliere 1.265 euro da un totale ordine di 4.500 euro. La campagna durerà fino al 18 settembre e mira a far fronte ai debiti e alle bollette ancora da pagare, dopo una malattia e un intervento chirurgico a cui Marta ha dovuto sottoporsi all'inizio di quest'anno.

“Con dedizione e duro lavoro sono riuscito a guadagnarmi da vivere grazie al marchio, ad affittare un negozio, ad ottenere riconoscimenti e persino a vincere premi internazionali nel settore. Dopo i riconoscimenti e i premi, la vita mi ha portato un’altra sfida. Mi sono ammalata e ho subito un intervento chirurgico, che mi ha costretto a stare lontana dal lavoro per molti mesi, senza alcun tipo di reddito. In quel periodo c’erano bollette fisse da pagare, ho dovuto affrontare notevoli difficoltà economiche e ho dovuto far fronte a spese mediche, accumulando debiti per 3.000 euro. Ecco perché sto lanciando questa campagna crowdfunding"Spiega.

Come e perché contribuire?

In questo momento Marta ha bisogno del sostegno di tutti coloro che possono contribuire, anche con poco, a superare queste difficoltà e riprendere la crescita del marchio Sensihemp, che vive principalmente della sua presenza a fiere ed eventi.

“Con le donazioni ricevute potrò saldare i debiti accumulati, pagare le quote di iscrizione per partecipare agli eventi, visto che bisogna prenotarsi con mesi di anticipo, e anche investire in materia prima per le nuove collezioni”, spiega Marta sul PPL piattaforma.

“Sensihemp ha dimostrato di essere un esempio di sostenibilità e innovazione e mi impegno a continuare la missione di lottare per l’apprezzamento e la preservazione del know-how portoghese, producendo pezzi unici in collaborazione con artigiani, realizzati con la canapa, che contribuiscono ad una maggiore mondo consapevole e sostenibile”, afferma.

“Ogni contributo, non importa quanto piccolo, farà una differenza significativa nel mio percorso imprenditoriale”, avverte Marta, aggiungendo che “insieme, possiamo incrementare il successo di Sensihemp e ispirare altri imprenditori a non rinunciare mai ai propri sogni, anche di fronte a avversità". Marta garantisce inoltre che “non appena la mia situazione finanziaria lo consentirà, intendo distribuire l'aiuto che ho ricevuto agli imprenditori che si trovano in una situazione difficile e che hanno bisogno di aiuto per i loro progetti”. Il budget richiesto in questa fase sarà utilizzato per:

  • Debiti accumulati: 3000€
  • Iscrizione per la partecipazione ai mercatini: 500€
  • Materia prima: 800€
  • Promozione e marketing d'impatto: €200
  • Commissioni piattaforma PPL + spese di pagamento: 415,13€

Premi e riconoscimenti del marchio Sensihemp

Clicca qui per commentare
Sottoscrivi
Notifica
0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti
Pubblicità


Guarda il documentario "Pazienti"

Documentario Pazienti Laura Ramos aiutaci a crescere

Recentes mais

Eventiore 1 fa

Spannabis ospiterà ancora una volta l'ICBC Barcellona dal 14 al 17 marzo

L'International Cannabis Business Conference (ICBC) aprirà un'altra edizione di Spannabis, il 14 marzo, con l'obiettivo di...

comunicati stampaore 1 fa

Porto, Matosinhos, Valongo e Paredes – Otto arrestati per traffico di droga e sequestrate più di 8000mila dosi di droga

Il Comando Territoriale di Porto, attraverso il Centro Investigativo Criminale (NIC) di Santo Tirso, tra il 20 e il...

Nazionalegiorni fa 3

Portogallo: la GNR sequestra 3 tonnellate di hashish nel fiume Guadiana

L'Unità di controllo costiero e di frontiera (UCCF) della Guardia Nazionale Repubblicana (GNR) ha sequestrato venerdì scorso, 23...

Eventigiorni fa 3

Spannabis 2024: Barcellona ospita la 20a edizione della più grande fiera sulla cannabis al mondo, dal 15 al 17 marzo

Barcellona si prepara ad ospitare la ventesima edizione di Spannabis, la più grande fiera della cannabis al mondo, il 20...

Internazionalegiorni fa 6

Germania: oggi il Bundestag ha votato a favore della legalizzazione della cannabis, ma manca ancora l'approvazione del Consiglio federale

Il Bundestag ha discusso e votato questo pomeriggio il progetto di legalizzazione dell'uso personale di cannabis nel Paese, con 407...

Internazionalegiorni fa 7

Germania: Venerdì 23 si parlerà della legalizzazione

Il Bundestag tedesco delibererà finalmente sulla legalizzazione della cannabis per il consumo personale nel paese. Il dibattito, che è stato...

Canapasettimane fa 1

La coltivazione della canapa nelle Azzorre avrà una sessione informativa sull'isola di Terceira

La Confraria Internacional Cannabis Portugal e CannAzores uniscono le forze per promuovere una sessione informativa sulla coltivazione di...

Salutesettimane fa 2

CBD e CBC mostrano risultati promettenti nel carcinoma a cellule squamose della testa e del collo

Uno studio pubblicato sulla rivista Cancers ha scoperto che gli estratti di cannabis ricchi di CBD (cannabidiolo) possono uccidere le cellule del cancro al seno...

Internazionalesettimane fa 2

Ucraina: Zelenskyj firma un disegno di legge per legalizzare la cannabis terapeutica

Il presidente ucraino Volodymyr Zelenskyj ha firmato un disegno di legge che legalizza la cannabis terapeutica in Ucraina, con l'aspettativa che...

Nazionalesettimane fa 3

Portogallo: Associação Mães pela Canábis pubblica un e-book sulla cannabis medicinale

L'Associazione delle Madri per la Cannabis (AMC) ha annunciato il lancio di un e-book intitolato “Frontiere della Cannabis: SCIENZA, TERAPIA E...