Seguici sui social

Internazionale

Somaí avanza in Germania e presenta 20 richieste ACM in Portogallo nel primo trimestre del 2024

Pubblicato il

em

Strutture Somaí in Portogallo. Foto: DR.

Somaí Pharmaceuticals ha annunciato questa settimana una serie di partnership e accordi finanziari che consolidano la sua posizione nel mercato tedesco della cannabis terapeutica. L'azienda, con sede in Portogallo e certificata EU-GMP, ha stretto partnership e accordi strategici con diverse aziende tedesche, tra cui Canify AG, Canymed GmbH e Grünhorn. Nelle dichiarazioni a Cannareporter, Michael Sassano, amministratore delegato di Somaí, afferma che la Germania e l'Australia rappresentano l'80% del suo mercato, ma garantisce che i pazienti portoghesi non verranno dimenticati. Somaí presenterà 20 ACM in Portogallo, a partire da gennaio 2024.

uma delle operazioni consiste in una partnership strategica con Canify AG, azienda farmaceutica tedesca, che porterà al lancio di una linea esclusiva di prodotti a base di cannabinoidi in Germania, che genererà ricavi per 5 milioni di euro nei prossimi tre anni, con prospettive di catturare il 10% del mercato tedesco.

Somaí impiega attualmente circa 48 persone nella sua unità di Carregado, in Portogallo. Nella foto, alcuni membri del team con al centro l'amministratore delegato Michael Sassano

A secondo L'operazione strategica di Somaí Pharmaceuticals è una partnership biennale con Canymed GmbH, un grossista di cannabis medicinale per farmacie, studi medici e ospedali in tutta la Germania. La collaborazione mira a sfruttare l'ampia rete di distribuzione di Canymed, consentendo a Somaí di spedire i suoi prodotti farmaceutici a base di cannabinoidi per soddisfare la crescente domanda di soluzioni sanitarie innovative nel mercato tedesco.

A Terzo È stata stretta una partnership strategica con Grünhorn, azienda operante nel settore sanitario nel campo della cannabis. Somaí e Grünhorn hanno unito le forze per creare una linea esclusiva di prodotti farmaceutici a base di cannabinoidi in Germania, inclusi vari rapporti THC/CBD. L’accordo mira a offrire ai pazienti tedeschi una gamma unica di opzioni di cannabis terapeutica su misura per le loro esigenze individuali.

Somaí vende principalmente a Germania, Australia, Polonia e Regno Unito, ma nel mirino c'è anche il Brasile

Secondo Michael Sassano, amministratore delegato di Somaí, parlando in esclusiva a Cannareporter, “il mercato al dettaglio tedesco è costituito principalmente da assicurazioni a pagamento, di cui circa il 15% attualmente private. La nostra strategia con le partnership è quella di offrire alcune linee di prodotti appositamente per il mercato assicurativo e di aprire ulteriormente il pagatore privato con altre linee di prodotti. Le nostre gocce orali di base sono già più avanzate rispetto ai prodotti attuali e hanno un profilo aromatico molto più gradevole grazie al nostro processo proprietario, sviluppato nell’arco di un decennio”.

Germania e Australia rappresentano circa l'80% delle vendite totali di Somaí (in una proporzione del 40%/40%). “Se in Germania verrà approvata una nuova legislazione, i nostri numeri aumenteranno nel paese. Entrambi i paesi registrano un trend positivo e l’Australia accetta tutte le nostre forme di dosaggio finite, mentre la Germania è ancora magistrale”, spiega Sassano. Polonia e Regno Unito coprono il restante mercato somaí, con il restante 20% (in una proporzione di 10/10), ma il Brasile è nel mirino di Somaí per il 2024 e "non sono ancora stati firmati accordi", afferma Michael Sassano.

Inoltre, Somaí ha firmato un accordo globale con Airpro, una società di vaporizzazione statunitense, per fornire alla Germania e all'Australia i suoi vaporizzatori in un prodotto a marchio condiviso.

Somaí afferma di avere più di 30 prodotti in arrivo

Michael Sassano ha inoltre affermato che i pazienti portoghesi non sono stati dimenticati: "Abbiamo assunto ELS per collaborare con il nostro dipartimento di affari normativi interni, per effettuare 20 registrazioni ACM (autorizzazione all'immissione in commercio). Il nostro primo ACM verrà spedito completamente a gennaio e, poiché il primo processo richiede più tempo, la maggior parte degli altri 19 verranno eseguiti durante il primo trimestre, con alcuni altri nel secondo trimestre, come il nostro spray orale. Nel terzo trimestre andremo avanti con le nostre capsule gel”.

Michael Sassano, CEO di Somaí Pharmaceuticals. Foto: Laura Ramos | Cannareporter

Attualmente, Somaí ha 58 SKU [acronimo di Stock Keeping Unit, un riferimento di tracciabilità interna] dei prodotti fabbricati e prevede di produrne altri 30 entro la fine del primo trimestre. “Questi prodotti sono già nel nostro catalogo attuale. Presenteremo nuove iniziative entro la fine del primo trimestre con prodotti ancora più avanzati e desiderati”, dice Sassano.

Per quanto riguarda il prezzo di vendita di questi prodotti, Michael Sassano afferma che la gamma iniziale di Somaí varia tra 85 e 125 euro a bottiglia e le formulazioni avanzate tra 125 e 150 euro a prodotto. “Il nostro obiettivo è offrire la migliore offerta ai medici per curare i loro pazienti ed essere pronti non solo per i mercati maturi come la Germania o l’Australia, ma anche per i nuovi mercati. Non sappiamo come gli enti regolatori adotteranno [la cannabis], ma sappiamo che quando adottano strutture di cannabis, i pazienti desiderano scelte e formulazioni avanzate, come prodotti ad azione più rapida e più biodisponibili, prodotti potenziati con terpeni, resine vive e colonie vive , vaporizzatori, transdermici, ecc. I progressi negli estratti con prodotti più performanti apriranno la strada a una maggiore adozione, simile a mercati più maturi come gli Stati Uniti, dove vediamo venduto circa il 65% dei prodotti estratti”, conclude Sassano.

 

 

____________________________________________________________________________________________________

[Disclaimer: tieni presente che questo testo è stato originariamente scritto in portoghese ed è tradotto in inglese e in altre lingue utilizzando un traduttore automatico. Alcune parole potrebbero differire dall'originale e potrebbero verificarsi errori di battitura o errori in altre lingue.]

____________________________________________________________________________________________________

Cosa fai con 3€ al mese? Diventa uno dei nostri Patroni! Se ritieni che il giornalismo cannabico indipendente sia necessario, iscriviti a uno dei livelli di il nostro account Patreon e avrai accesso a regali unici e contenuti esclusivi. Se siamo in tanti, con poco possiamo fare la differenza!

+ post
+ post

Sono uno dei direttori di CannaReporter, che ho fondato insieme a Laura Ramos. Vengo dall'isola unica di Madeira, dove attualmente risiedo. Mentre ero a Lisbona alla FCUL studiando Ingegneria Fisica, sono stato coinvolto nella scena nazionale della canapa e della cannabis, avendo partecipato a diverse associazioni, alcune delle quali sono ancora membro. Seguo l'industria globale e in particolare i progressi legislativi relativi ai diversi usi della cannabis.

Sono contattabile via email all'indirizzo joao.costa@cannareporter.eu

1 Commenti
Sottoscrivi
Notifica

1 Commento
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti
Pubblicità


Guarda il documentario "Pazienti"

Documentario Pazienti Laura Ramos aiutaci a crescere

Recentes mais

Internazionaleore 1 fa

USA: la pediatra Bonni Goldstein lancia una petizione contro il divieto dei medicinali naturali a base di CBD in California

La pediatra nordamericana Bonni Goldstein mette in guardia dal tentativo di vietare i medicinali derivati ​​dal CBD naturale...

Internazionaleore 1 fa

In Europa sono quasi 23 milioni i consumatori di cannabis, la sostanza illecita più consumata

La cannabis continua ad essere di gran lunga la sostanza illecita più consumata in Europa. Sono queste le conclusioni del “Rapporto...

Eventigiorni fa 2

Mary Jane celebra per la prima volta in Germania la cultura della cannabis legale

È il prossimo fine settimana, dal 14 al 16 giugno, che avrà luogo la consueta Mary Jane, presso la Messe...

Eventisettimane fa 1

CB Club riunisce i professionisti della cannabis in attesa di Mary Jane, a Berlino

In attesa del CB Expo (Cannabis Business Expo and Conference), che si svolgerà a Dortmund, nel mese di settembre, la CB Company...

rapportosettimane fa 1

Sud Africa: la legalizzazione di un settore già fiorente

Nelle settimane precedenti le elezioni dell'Assemblea Generale in Sud Africa, mercoledì scorso, 29 maggio, si sono svolte...

intervistesettimane fa 1

Rui Reininho: “Penso che sia davvero strano che i miei colleghi della GNR mettano il naso nelle proprietà delle persone per vedere cosa fa questa pianta”

Rui Reininho, musicista portoghese divenuto famoso come cantante dei GNR, non ha bisogno di presentazioni. Contrariamente a quanto molti pensano, non ha trovato...

Notiziesettimane fa 2

Canada: uno studio dimostra che l'uso di cannabis riduce il consumo di metanfetamine

I poliassuntori, individui che consumano diverse sostanze, spesso si rivolgono alla cannabis come un modo per ridurre il loro consumo...

Eventisettimane fa 4

CannaTrade torna a Zurigo dal 24 al 26 maggio

CannaTrade – Fiera e Festival Internazionale della Canapa di Zurigo raggiunge la maggiore età nel 2024, celebrando la sua 18esima...

comunicati stampasettimane fa 4

Il Gruppo SOMAÍ e la sua controllata RPK Biopharma espandono la partnership con Cookies per includere l'Europa e il Regno Unito

LISBONA, PORTOGALLO, 16 maggio 2024 /EINPresswire.com/ — Il gruppo SOMAÍ (“SOMAÍ”) e la sua controllata, RPK Biopharma hanno ampliato...

Nazionalesettimane fa 4

Portogallo: il consumo stimato di CBD aumenta nonostante il divieto

Il rapporto “Cannabis in Portugal”, realizzato da Euromonitor International, ha diffuso i dati più recenti sull’industria della cannabis,...