Seguici sui social

Internazionale

Il Patient Council della IACM partecipa per la prima volta alla Commissione delle Nazioni Unite sugli stupefacenti

Pubblicato il

em

L’IACM – International Association for Cannabinoid Medicines – Patient Council sarà presente, per la prima volta, alla prossima sessione della Commissione sugli Stupefacenti delle Nazioni Unite (ONU) (CND), che si svolgerà dal 14 al 22 marzo 2024, a Vienna, in Austria. La presenza di questo Consiglio al 67° incontro rappresenta i diritti dei pazienti che cercano un accesso legale, giusto ed equo alla cannabis terapeutica. Durante i nove giorni dell'evento a Vienna saranno presenti sei rappresentanti provenienti da diversi paesi.

Il Consiglio dei Pazienti IACM collabora con altre organizzazioni no-profit, che saranno presenti anche a questa 67a Sessione. La Commissione sugli stupefacenti (CND) è stata creata nel 1946 come commissione funzionale del Consiglio economico e sociale delle Nazioni Unite (ECOSOC). È il principale organo decisionale all’interno del sistema delle Nazioni Unite sulle questioni relative al controllo della droga.

La 67a sessione della CND è una revisione di medio termine e si concentrerà sul bilancio dell’attuazione di tutti gli impegni esistenti in materia di politica internazionale sulla droga e sul lavoro per accelerare l’attuazione degli impegni dal 2024 al 2029.

Il Consiglio dei Pazienti IACM sarà rappresentato da sei membri durante i nove giorni dell'evento: Jacqueline Poitras, co-fondatrice e rappresentante nazionale della Grecia, Michael Krawitz, Rappresentante nazionale degli USA (Stati Uniti d'America), Daphnée Elisma, Rappresentante nazionale del Canada, Tom Curran, Rappresentante Nazionale dell'Irlanda, Dr. Pavel Kubu, Rappresentante Nazionale della Repubblica Ceca e Kevin Herzig, Rappresentante Nazionale dell'Austria.

Modificare le politiche sulla cannabis per facilitare l’accesso ai pazienti

Alla 67a sessione, i rappresentanti del Consiglio dei pazienti IACM interagiranno con altri delegati e parteciperanno attivamente a:

  • Dichiarazioni scritte e orali nella plenaria della CND e nei forum negoziali per contribuire a modellare il dibattito e influenzare i risultati politici;
  • Evento collaterale 1 della Conferenza delle Nazioni Unite: Accesso e disponibilità, palliativi per le cure primarie.
  • Evento collaterale 2 della Conferenza ONU: – Biopirateria della cannabis
  • Cannabis Embassy Campus Vienna – Sessioni di formazione e sviluppo delle capacità per i partecipanti alla CND e i sostenitori della riforma della politica sulla cannabis

“Questo è un momento storico per l’attivismo cannabico, poiché le barriere e le difficoltà uniche affrontate dai pazienti affetti da cannabis in tutto il mondo sono spesso imposte e perpetuate dagli stessi trattamenti di cui è responsabile la CND. La presenza continua di pazienti e attivisti a questi eventi politici di alto profilo è necessaria per garantire il miglioramento e l’avanzamento di una legislazione giusta ed equa per i pazienti affetti da cannabis in tutto il mondo”, ha affermato in una nota il Consiglio dei pazienti IACM.

La cannabis è “una pianta” e “non un narcotico”

Jacqueline Poitras, co-fondatrice dell’IACM Patient Council, direttrice e fondatrice di MAMAKA – Mothers for Cannabis, Grecia, ha affermato che “i problemi che i pazienti affrontano con l’accesso sono comuni ai cittadini di tutto il mondo. L'Organizzazione Mondiale della Sanità ha riconosciuto alla cannabis le sue applicazioni medicinali ed è giunto il momento che questa pianta altamente terapeutica venga trattata come tale e non come un narcotico pericoloso che viene allontanato dai pazienti che necessitano delle sue proprietà curative. I trattati e i regolamenti attuati in passato necessitano disperatamente di essere rivisti e aggiornati per sostenere i diritti e le esigenze dei pazienti di oggi. Le agende politiche di alcuni paesi non dovrebbero essere un ostacolo a un accesso sicuro e conveniente”.

Daphnée Elisma, rappresentante nazionale canadese e fondatrice di AUBE: The Voice of Medical Cannabis Patients, ha aggiunto: “È essenziale che gli ostacoli all’accesso sicuro ed economico alla cannabis medica siano affrontati in modo non discriminatorio”.

Anche Michael Krawitz, direttore esecutivo di Veterans for Medical Cannabis Access negli Stati Uniti, ha avvertito che “la cannabis, come trattamento adiuvante per il dolore, produce risultati migliori per i pazienti e riduce la necessità di oppioidi. Il Consiglio dei pazienti IACM ha analizzato i programmi di accesso alla cannabis di diversi paesi e ha scoperto che molti non hanno accesso e quelli che hanno accesso spesso affrontano ostacoli che sono, nella migliore delle ipotesi, inutili e, nella peggiore, una violazione dei diritti umani fondamentali. Ci auguriamo che il nostro contributo a questi storici incontri delle Nazioni Unite possa aiutare a guidare i paesi verso un migliore accesso dei pazienti”.

Il Portogallo è rappresentato nel Consiglio dei pazienti IACM dal 2022

Il Patient Council IACM, una coalizione di associazioni internazionali che difende i pazienti che usano cannabis terapeutica, è stato formato da Carola Pérez (Spagna) e Jacqueline Poitras (Grecia), che hanno riconosciuto l’universalità dei problemi che i pazienti devono affrontare per ottenere un accesso legale, sicuro, equo e accessibile alla cannabis come medicinale e la mancanza di rappresentanza a livello internazionale. Il Consiglio dei pazienti IACM rappresenta attualmente 24 paesi in Europa, Nord America e Sud America e quest'anno attende di accogliere rappresentanti di altri paesi e continenti. Il Portogallo è rappresentato nel Consiglio dei pazienti IACM dal 2022, attraverso l’Associazione Mamme per la cannabis, fondato e guidato dall'avvocato Paola Motta.

 

____________________________________________________________________________________________________

[Disclaimer: tieni presente che questo testo è stato originariamente scritto in portoghese ed è tradotto in inglese e in altre lingue utilizzando un traduttore automatico. Alcune parole potrebbero differire dall'originale e potrebbero verificarsi errori di battitura o errori in altre lingue.]

____________________________________________________________________________________________________

Cosa fai con 3€ al mese? Diventa uno dei nostri Patroni! Se ritieni che il giornalismo cannabico indipendente sia necessario, iscriviti a uno dei livelli di il nostro account Patreon e avrai accesso a regali unici e contenuti esclusivi. Se siamo in tanti, con poco possiamo fare la differenza!

Clicca qui per commentare
Sottoscrivi
Notifica

0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti
Pubblicità


Guarda il documentario "Pazienti"

Documentario Pazienti Laura Ramos aiutaci a crescere

Recentes mais

Eventiore 1 fa

Si avvicinano le 4 e a Porto e Lisbona è festa

La data in cui celebrare la cultura della cannabis si avvicina! Questo sabato, 20 aprile, è il giorno in cui...

Internazionalegiorni fa 4

Paul Bergholts, presunto leader di Juicy Fields, detenuto nella Repubblica Dominicana

Paul Bergholts, il presunto leader dello schema piramidale Juicy Fields, è stato detenuto nella Repubblica Dominicana e sarà sottoposto a...

Salutesettimane fa 1

I cannabinoidi rivelano risultati promettenti nel trattamento del disturbo borderline di personalità

Un'indagine condotta da Khiron LifeSciences e coordinata da Guillermo Moreno Sanz suggerisce che i medicinali a base di...

Internazionalesettimane fa 1

Caso Juicy Fields: 9 detenuti da Europol ed Eurojustice. La truffa supera i 645 milioni di euro

Un'indagine congiunta condotta da diverse autorità europee, supportata da Europol ed Eurojust, è culminata nell'arresto di nove sospetti...

Internazionalesettimane fa 1

I consumatori abituali di cannabis possono richiedere più anestesia durante le procedure mediche

I consumatori abituali di cannabis possono richiedere più anestesia durante le procedure mediche per rimanere sedati rispetto a...

Internazionalesettimane fa 2

Il futuro del CBD in Giappone: come le riforme legali plasmeranno il mercato

Alla fine dell'anno scorso, il Giappone ha fatto un grande passo avanti verso la riforma sulla cannabis dopo aver approvato...

Nazionalesettimane fa 2

Portogallo: GreenBe Pharma ottiene la certificazione EuGMP presso gli stabilimenti Elvas

GreenBe Pharma, un'azienda produttrice di cannabis terapeutica con sede a Elvas, Portogallo, ha ottenuto la certificazione EU-GMP sotto...

Nazionalesettimane fa 2

Álvaro Covões, di Everything is New, acquista le strutture Clever Leaves in Alentejo per 1.4 milioni di euro

Álvaro Covões, fondatore e amministratore delegato dell'agenzia di promozione dello spettacolo 'Everything is New', che organizza uno dei più grandi festival...

Eventisettimane fa 2

L'ICBC torna a Berlino il 16 e 17 aprile

È una delle conferenze B2B sulla cannabis più grandi e riconosciute in Europa e ritorna a Berlino nel...

Internazionalesettimane fa 3

La legalizzazione della cannabis in Germania vista attraverso gli occhi dell'hacker che ha creato una mappa essenziale

Un hacker di Coblenza, città nello stato della Renania-Palatinato, ha creato una mappa con i luoghi da cui, da...