Seguici sui social

Internazionale

USA: Kamala Harris afferma che l’attuale classificazione della cannabis è “assurda” e “manifestamente ingiusta”

Pubblicato il

em

Foto: DR

La vicepresidente degli Stati Uniti d'America (USA), Kamala Harris, la scorsa settimana ha difeso la declassificazione della cannabis dalla tabella dei narcotici. In una tavola rotonda dedicata ai piani dell'amministrazione Biden per la riforma della cannabis, che ha avuto luogo la scorsa settimana alla Casa Bianca, Kamala Harris ha affermato che il fatto che la cannabis sia trattata dalla legge federale allo stesso modo di altre droghe della Tabella I, come l'eroina o il fentanil , è “assurdo” e “palesemente ingiusto”.

La notizia è stata riportata da diversi media nordamericani, che hanno seguito la riunione dell'amministrazione Joe Biden sulla riforma della cannabis alla Casa Bianca. Kamala Harris ha confessato di essere ansiosa di vedere cosa deciderà la Drug Enforcement Administration (DEA) riguardo al trasferimento della pianta in una categoria diversa.

Attualmente, la cannabis è classificata come narcotico della Tabella I – lo stesso dell’LSD e dell’eroina – il che significa che non ha un uso medicinale accettabile e ha un alto potenziale di abuso e/o dipendenza. Il vicepresidente degli Stati Uniti ha criticato le attuali restrizioni federali sulla cannabis, considerando la sua attuale classificazione “assurda”.

“Sono sicuro che la DEA sta lavorando il più rapidamente possibile e continuerà a farlo. Attendiamo con ansia i risultati del vostro lavoro", ha dichiarato, citato dalla CNN. "La cannabis è considerata pericolosa quanto l'eroina e più pericolosa del fentanil, il che è assurdo, per non dire chiaramente ingiusto", ha detto, durante la tavola rotonda sui piani del governo per la riforma della cannabis, dove il governatore Andy Beshear (D-Ky. ), il rapper Fat Joe e alcune persone che hanno ricevuto la grazia da Joe Biden per crimini minori legati alla cannabis.

A partire dal 2023 sono previste modifiche alla riclassificazione della cannabis negli Stati Uniti

Le dichiarazioni di Kamala Harris arrivano mentre crescono le aspettative che la DEA rilasci la sua decisione finale sull'argomento raccomandazione del Dipartimento della Salute e dei Servizi Umani spostare la cannabis in una categoria meno restrittiva ai sensi della legge sulle sostanze controllate.

L'amministrazione di Joe Biden spera che i cambiamenti a lungo ricercati dai sostenitori della giustizia penale sulla cannabis contribuiranno a creare entusiasmo tra gli elettori di colore, gli elettori più giovani e i collegi elettorali democratici.

Come Cannareporter aveva già riportato nell’agosto dello scorso anno, il Dipartimento della Salute e dei Servizi Umani – HHS, ha raccomandato alla DEA di rimuovere la cannabis dalla Tabella I alla Tabella III della legge sulle sostanze controllate, evidenziando l’“uso medicinale accettato” della cannabis negli Stati Uniti e il suo “minore potenziale di abuso” rispetto alle sostanze delle Tabelle I e II.

La Food and Drug Administration (FDA) ha eseguito un'analisi scientifica esaustiva della cannabis, che ha portato a una raccomandazione per riclassificare la pianta nella tabella delle sostanze negli Stati Uniti. Questo processo di revisione ha comportato non solo un’analisi meticolosa della ricerca scientifica, ma anche una ricerca sugli effetti terapeutici della cannabis segnalati dai consumatori su varie piattaforme e social media.

All'inizio di quest'anno, il Il governo degli Stati Uniti è stato costretto dal tribunale di rilasciare documenti relativi alla valutazione dello status legale della cannabis e alla sua riclassificazione, a seguito di una causa intentata dall'avvocato texano Matthew Zorn. Il documento, di 252 pagine, prova ufficialmente che le autorità sanitarie hanno raccomandato l'inclusione della cannabis nella Lista III del Controlled Substances Act (CSA, o legislazione sulle sostanze controllate).

 

____________________________________________________________________________________________________

[Disclaimer: tieni presente che questo testo è stato originariamente scritto in portoghese ed è tradotto in inglese e in altre lingue utilizzando un traduttore automatico. Alcune parole potrebbero differire dall'originale e potrebbero verificarsi errori di battitura o errori in altre lingue.]

____________________________________________________________________________________________________

Cosa fai con 3€ al mese? Diventa uno dei nostri Patroni! Se ritieni che il giornalismo cannabico indipendente sia necessario, iscriviti a uno dei livelli di il nostro account Patreon e avrai accesso a regali unici e contenuti esclusivi. Se siamo in tanti, con poco possiamo fare la differenza!

Sono uno dei direttori di CannaReporter, che ho fondato insieme a Laura Ramos. Vengo dall'isola unica di Madeira, dove attualmente risiedo. Mentre ero a Lisbona alla FCUL studiando Ingegneria Fisica, sono stato coinvolto nella scena nazionale della canapa e della cannabis, avendo partecipato a diverse associazioni, alcune delle quali sono ancora membro. Seguo l'industria globale e in particolare i progressi legislativi relativi ai diversi usi della cannabis.

Sono contattabile via email all'indirizzo joao.costa@cannareporter.eu

Laureata in Giornalismo presso l'Università di Coimbra, Laura Ramos ha una specializzazione post-laurea in Fotografia ed è giornalista dal 1998. È stata corrispondente per il Jornal de Notícias a Roma, Italia, e addetta stampa presso l'Ufficio del Ministro della Giustizia. Formazione scolastica. Ha una certificazione internazionale in Permacultura (PDC) e ha creato l’archivio fotografico di street art “Cosa dice Lisbona?” @saywhatlisbon. Laura è attualmente redattore di CannaReporter e CannaZine, nonché fondatrice e direttrice del programma di PTMC - Portugal Medical Cannabis. Ha diretto il documentario “Pacientes” e ha fatto parte del gruppo direttivo del primo Master in GxP per la Cannabis Medicinale in Portogallo, in collaborazione con il Laboratorio Militare e la Facoltà di Farmacia dell'Università di Lisbona.

Clicca qui per commentare
Sottoscrivi
Notifica

0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti
Pubblicità


Guarda il documentario "Pazienti"

Documentario Pazienti Laura Ramos aiutaci a crescere

Recentes mais

Internazionalegiorni fa 2

La Germania approva il primo cannabis social club dopo la legalizzazione

Il ministro dell'Agricoltura della Bassa Sassonia, Miriam Staudte, ha annunciato lunedì che il suo ufficio ha autorizzato il primo club...

Canapagiorni fa 4

La Thailandia sempre più vicina a riclassificare cannabis e canapa come sostanze controllate

La Tailandia ha compiuto un altro passo decisivo verso la ri-vietazione della cannabis nel paese. Venerdì scorso,...

Internazionalesettimane fa 1

L’Osservatorio europeo delle droghe e delle tossicodipendenze (OEDT) diventa l’Agenzia dell’Unione europea per le droghe (EUDA)

Il 2 luglio 2024 l’Osservatorio europeo delle droghe e delle tossicodipendenze (OEDT) diventerà l’Agenzia...

Eventisettimane fa 2

L’ICRS – International Cannabinoid Research Society riunisce medici e ricercatori a Salamanca per il 34° Simposio sui Cannabinoidi

Se pensi che la ricerca sulla cannabis sia qualcosa di recente e che non ci siano ancora abbastanza studi… ripensaci! E...

cronacasettimane fa 2

Terroir 101 – Un'introduzione

Questo articolo inizia una serie di argomenti necessari per coloro che credono che questa pianta meriti di essere venerata ed elevata...

Eventisettimane fa 3

La direttrice di CannaReporter®, Laura Ramos, nominata “Giornalista dell'anno” ai Business of Cannabis Awards

L'industria della cannabis si sta per riunire a Londra per due giorni di Cannabis Europe e una notte di...

comunicati stampasettimane fa 3

Cannabis Europe accoglie i leader europei e nordamericani a Londra per trarre vantaggio dal mercato europeo della cannabis

L’industria della cannabis nordamericana sta creando un movimento significativo attraverso l’Atlantico in quanto leader di questo...

Internazionalesettimane fa 4

La polizia tedesca chiarisce di non aver suggerito il consumo di cannabis (al posto dell'alcol) ai tifosi inglesi a Euro 2024

La polizia di Gelsenkirchen, in Germania, è stata citata in un notiziario secondo cui l'attenzione sarebbe stata più focalizzata sui tifosi...

Eventisettimane fa 4

Le sostanze sintetiche minacciano l'enorme successo di Mary Jane Berlin

Ci si aspettava che questa edizione di Mary Jane Berlin sarebbe stata il più grande raduno di sempre della comunità della cannabis in...

Nazionalesettimane fa 4

L'ICAD promuove un'indagine europea sul consumo di droga in Portogallo

L'Istituto per le dipendenze e le dipendenze (ICAD) ha lanciato la quarta edizione dell'indagine web europea sulle droghe...