Seguici sui social

Eventi

Le sostanze sintetiche minacciano l'enorme successo di Mary Jane Berlin

Pubblicato il

em

Ascolta questo articolo
L'ingresso di Mary Jane Berlin venerdì 14 giugno 2024. Foto: Laura Ramos | CannaReporter®

Si prevedeva che questa edizione di Mary Jane Berlin sarebbe stata il più grande raduno di sempre per la comunità della cannabis in Europa, con circa 40.000 visitatori attesi a Messe Berlin durante questo fine settimana. Ma l’enorme afflusso di persone e la vendita di “sostanze sintetiche” hanno minacciato di porre fine alla festa: “A causa della situazione attuale, con più di 20 chiamate di ambulanze, siamo costretti a reagire nello spirito della cultura della cannabis”, ha avvertito l'organizzazione, in una lettera inviata questa mattina agli espositori, lasciando migliaia di persone sulla porta e invitando le altre a non recarsi in sede, anche se munite di biglietto. Per motivi di sicurezza è stato annullato anche l'after-party di sabato. 

È stato un fine settimana intenso per le autorità di Berlino, con due grandi eventi che si sono svolti contemporaneamente in Germania: Mary Jane Berlin ed Euro 2024, il campionato europeo di calcio. I manifesti che pubblicizzano Mary Jane sono ovunque e pochi rimarranno indifferenti all'evento dell'anno, il primo grande evento pubblico dell'era post-legalizzazione in Germania.

Migliaia di persone non hanno potuto entrare a Mary Jane questo sabato, 15 giugno 2024, a Messe Berlin. Foto: Anuj Desay

L'organizzazione prevedeva quest'anno un notevole incremento di presenze e per questo aveva già cambiato sede dell'evento, trasferendosi nell'enorme Messe Berlin, capace di accogliere circa 40mila persone per visitare più di 400 espositori in 20.000 mq (di cui 2 al chiuso e 16.000 all'aperto). Ma, nonostante l'apparente tranquillità con cui l'evento si è svolto il primo giorno, venerdì 4.000 giugno, non tutto è andato come previsto. L'affluenza è stata addirittura maggiore del previsto, con lunghe code per entrare fin dalle prime ore del mattino. Ma il problema più grande arriverà più tardi, con l'intervento di oltre 14 ambulanze sul posto, per aiutare diverse persone che si sentivano male dopo aver consumato prodotti contenenti "sostanze sintetiche" o "funghi magici", spiega l'organizzazione Mary Jane in una nota inviata a espositori, a cui CannaReporter® ha avuto accesso.

Espositori che vendevano capi sintetici banditi da Mary Jane Forever

Nella comunicazione che Mary Jane ha inviato agli espositori si legge: “Da domani, 15.06.2024, TUTTE le sostanze semisintetiche e sintetiche come HHC, THC-P, FUNGHI, MUSCIMOL ecc., sono VIETATE alla Mary Jane Berlin. Se il pericolo per i consumatori persiste ed è sufficiente chiamare un'ambulanza, la mostra verrà chiusa dopo aver consultato la polizia. Come organizzatori, noi e la mostra siamo al centro dell'attenzione della politica, dei media e della polizia. Ora è fondamentale riunirci tutti come famiglia nell’interesse della cultura della cannabis e agire insieme. Solo lavorando a stretto contatto possiamo proteggere e promuovere lo sviluppo positivo di questo movimento. Gli espositori in questione saranno banditi per sempre da tutte le future fiere. Grazie per la vostra comprensione!"

Oltre a questa nota inviata agli espositori, Mary Jane ha avvisato i visitatori anche tramite Instagram. Le sostanze, in particolare i cannabinoidi sintetici, rappresentano un pericolo significativo per i consumatori più incauti e vengono vietate ovunque, essendo già state espressamente vietate in paesi come la Repubblica Ceca o diversi stati degli Stati Uniti. In Portogallo non esiste ancora una legislazione applicabile a questi prodotti, ma non è difficile trovarli in alcuni negozi di cannabis o derivati ​​della canapa.

Cosa sono i cannabinoidi sintetici e perché sono pericolosi?
Fondamentalmente, i cannabinoidi sintetici come l'HHC vengono spruzzati sui fiori di cannabis o sulla biomassa e generalmente fumati, sebbene si possano anche ingerire i concentrati. La maggior parte dei cannabinoidi sintetici sono agonisti dei recettori del sistema endocannabinoide e sono stati progettati per essere simili al THC, il cannabinoide naturale con la più forte affinità di legame con il recettore CB 1 e che è collegato agli effetti psicotropi. I componenti sintetici analoghi hanno generalmente una maggiore affinità di legame con il recettore CB1 e possono essere molto più potenti, perché sono generalmente agonisti completi del CB1, mentre il THC è solo un agonista parziale. Gli effetti avversi riportati dagli utilizzatori di cannabinoidi sintetici includono palpitazioni, paranoia, ansia intensa, nausea, vomito, confusione, mancanza di coordinazione e persino convulsioni. E sebbene non vi siano casi mortali di overdose legati alla cannabis, si sono verificati casi di morte legati ai cannabinoidi sintetici, da qui l'enorme preoccupazione di Mary Jane per questo problema e per la sicurezza dei visitatori dell'evento.

Mary Jane 2024. Foto: Laura Ramos | CannaReporter®

CannaReporter® ha tentato di contattare l'ufficio stampa di Mary Jane, ma non ha ricevuto risposta al momento della pubblicazione di questo articolo. Tuttavia, ieri e oggi, Mary Jane ha raccontato attraverso i suoi social network, ovvero Instagram, cosa stava succedendo. “L'evento è completamente esaurito, non ci sono biglietti”, tanto che l'organizzazione ha addirittura invitato i partecipanti a non venire sabato, a causa delle enormi code per entrare, sottolineando che i biglietti sarebbero validi per domenica. Annullato anche l'after-party. “A causa dell'afflusso di troppi visitatori, la festa che avevamo programmato dopo la fiera rappresenta un rischio per la sicurezza. Quindi purtroppo dovremo annullarlo. Ci dispiace molto!"

Resta incerto cosa accadrà il terzo e ultimo giorno della Mary Jane, domani, domenica, ma intanto le migliaia di visitatori hanno finito per riversarsi sulle innumerevoli feste in programma stasera nella capitale tedesca, per festeggiare il primo anno di cultura della cannabis legale nella capitale tedesca. Una cosa è certa: la Mary Jane del 2024 difficilmente sarà dimenticata e passerà alla storia, forse, come la prima grande esplosione della cultura della cannabis in Europa.
_____________________________________________________________
Nota dell'editore: il titolo di questa notizia è stato cambiato da semplicemente “cannabinoidi” a “sostanze” il 16 giugno alle 11:30, per riflettere esattamente quanto menzionato nelle comunicazioni di Mary Jane.

 

____________________________________________________________________________________________________

[Disclaimer: tieni presente che questo testo è stato originariamente scritto in portoghese ed è tradotto in inglese e in altre lingue utilizzando un traduttore automatico. Alcune parole potrebbero differire dall'originale e potrebbero verificarsi errori di battitura o errori in altre lingue.]

____________________________________________________________________________________________________

Cosa fai con 3€ al mese? Diventa uno dei nostri Patroni! Se ritieni che il giornalismo cannabico indipendente sia necessario, iscriviti a uno dei livelli di il nostro account Patreon e avrai accesso a regali unici e contenuti esclusivi. Se siamo in tanti, con poco possiamo fare la differenza!

Laureata in Giornalismo presso l'Università di Coimbra, Laura Ramos ha una specializzazione post-laurea in Fotografia ed è giornalista dal 1998. È stata corrispondente per il Jornal de Notícias a Roma, Italia, e addetta stampa presso l'Ufficio del Ministro della Giustizia. Formazione scolastica. Ha una certificazione internazionale in Permacultura (PDC) e ha creato l’archivio fotografico di street art “Cosa dice Lisbona?” @saywhatlisbon. Laura è attualmente redattore di CannaReporter e CannaZine, nonché fondatrice e direttrice del programma di PTMC - Portugal Medical Cannabis. Ha diretto il documentario “Pacientes” e ha fatto parte del gruppo direttivo del primo Master in GxP per la Cannabis Medicinale in Portogallo, in collaborazione con il Laboratorio Militare e la Facoltà di Farmacia dell'Università di Lisbona.

1 Commenti
Sottoscrivi
Notifica

1 Commento
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti
Franco Romano
giorni fa 21

Complimenti al giornalista. Il mercato della cannabis terapeutica, un prodotto naturale, è invaso da prodotti isolati e ora da sintetici.
Motivi per prestare molta attenzione.

Pubblicità


Guarda il documentario "Pazienti"

Documentario Pazienti Laura Ramos aiutaci a crescere

Recentes mais

Canapa5 ore fa

Portogallo: uno studio rivela disparità allarmanti nell'etichettatura del CBD, che rimane vietato nel paese

Un recente studio sui prodotti CBD in Portogallo rivela allarmanti disparità tra il contenuto di cannabinoidi pubblicizzato e...

Internazionale6 ore fa

Spagna: il Comune di Barcellona chiude dozzine di cannabis club

Il Comune di Barcellona ha avviato una forte repressione nei confronti dei cannabis club della città, ordinando...

Internazionalegiorni fa 2

La Germania approva il primo cannabis social club dopo la legalizzazione

Il ministro dell'Agricoltura della Bassa Sassonia, Miriam Staudte, ha annunciato lunedì che il suo ufficio ha autorizzato il primo club...

Canapagiorni fa 4

La Thailandia sempre più vicina a riclassificare cannabis e canapa come sostanze controllate

La Tailandia ha compiuto un altro passo decisivo verso la ri-vietazione della cannabis nel paese. Venerdì scorso,...

Internazionalesettimane fa 2

L’Osservatorio europeo delle droghe e delle tossicodipendenze (OEDT) diventa l’Agenzia dell’Unione europea per le droghe (EUDA)

Il 2 luglio 2024 l’Osservatorio europeo delle droghe e delle tossicodipendenze (OEDT) diventerà l’Agenzia...

Eventisettimane fa 2

L’ICRS – International Cannabinoid Research Society riunisce medici e ricercatori a Salamanca per il 34° Simposio sui Cannabinoidi

Se pensi che la ricerca sulla cannabis sia qualcosa di recente e che non ci siano ancora abbastanza studi… ripensaci! E...

cronacasettimane fa 2

Terroir 101 – Un'introduzione

Questo articolo inizia una serie di argomenti necessari per coloro che credono che questa pianta meriti di essere venerata ed elevata...

Eventisettimane fa 3

La direttrice di CannaReporter®, Laura Ramos, nominata “Giornalista dell'anno” ai Business of Cannabis Awards

L'industria della cannabis si sta per riunire a Londra per due giorni di Cannabis Europe e una notte di...

comunicati stampasettimane fa 3

Cannabis Europe accoglie i leader europei e nordamericani a Londra per trarre vantaggio dal mercato europeo della cannabis

L’industria della cannabis nordamericana sta creando un movimento significativo attraverso l’Atlantico in quanto leader di questo...

Internazionalesettimane fa 4

La polizia tedesca chiarisce di non aver suggerito il consumo di cannabis (al posto dell'alcol) ai tifosi inglesi a Euro 2024

La polizia di Gelsenkirchen, in Germania, è stata citata in un notiziario secondo cui l'attenzione sarebbe stata più focalizzata sui tifosi...