Seguici sui social

Nazionale

Portogallo: il Partito Socialista propone un gruppo di lavoro per valutare l'uso di cannabis da parte degli adulti

Pubblicato il

em

Ascolta questo articolo
Eurico Brilhante Dias all'inaugurazione di Tilray, nell'aprile 2019. Foto: Miguel Schmitt | Cannareporter

Il capogruppo parlamentare del Partito socialista, Eurico Brilhante Dias, ha annunciato l'intenzione di istituire un gruppo di lavoro per discutere e approfondire la riflessione intorno alla regolamentazione dell'uso della cannabis per scopi non medici. Lo rende noto oggi l'Agência Lusa, che aggiunge che il PS ammette di portare avanti un'iniziativa legislativa dopo il dibattito, in collaborazione con altri gruppi parlamentari e la società portoghese.

L’inizio della regolamentazione della cannabis ricreativa in Portogallo potrebbe essere imminente, seguendo la tendenza europea a rivedere le politiche riguardanti la legalizzazione dell’uso di cannabis da parte degli adulti. Secondo Agência Lusa, il Partito Socialista (PS) annuncia ora l'intenzione di valutare l'uso della cannabis per scopi non medici. Il collegio parlamentare del PS ha annunciato l'intenzione di creare un gruppo di lavoro con lo scopo di analizzare la questione, attraverso la creazione di un progetto di risoluzione per formalizzare l'iniziativa.

La decisione è stata rivelata dal leader della panchina del PS, Eurico Brilhante Dias, durante la prima riunione del partito dopo le vacanze parlamentari. Il leader del banco parlamentare del PS ha dichiarato che l'intenzione è quella di creare un gruppo di lavoro dedicato ad esplorare l'uso della cannabis a fini ricreativi, un ambito che è stato oggetto di un crescente dibattito in tutto il mondo.

Il progetto di risoluzione delinea la formazione di questo gruppo di lavoro, che opererebbe all'interno della commissione sanitaria del parlamento. Il leader del PS sostiene che si tratta di una questione che coinvolge direttamente la salute pubblica e, quindi, è opportuno che la commissione responsabile della sanità sia l’ospite di questo sforzo.

“Studieremo, approfondiremo, ascolteremo diversi esperti in diverse aree per approfondire la nostra riflessione”, ha detto Brilhante Dias a Lusa, sottolineando l’impegno del partito a condurre un’analisi completa e informata. L’obiettivo principale è completare questo processo entro la fine dell’anno, culminando in una conferenza incentrata sull’uso non medico della cannabis.

PS disponibile a collaborare con altri gruppi parlamentari
Il leader parlamentare del PS ha sottolineato che, dopo aver dibattuto e approfondito l'argomento, il partito valuterà la possibilità di presentare un'iniziativa legislativa. Brilhante Dias ha però anche chiarito che il PS non intende percorrere questa strada da solo. Al contrario, è aperto alla collaborazione con altri gruppi parlamentari.

“Questa è una strada che vogliamo intraprendere con gli altri gruppi parlamentari”, ha assicurato Brilhante Dias, sottolineando l'importanza di un approccio collaborativo su un tema così complesso e attuale. Inoltre, Dias ha sottolineato la necessità di coinvolgere la società portoghese in questo processo. L’opinione pubblica gioca un ruolo cruciale nel definire le politiche relative all’uso non medico della cannabis e il PS è impegnato a promuovere una discussione aperta e inclusiva sull’argomento.

Questo movimento PS avviene in un momento in cui in varie parti del mondo e soprattutto in Europa si discute della legalizzazione della cannabis per scopi ricreativi. Il Portogallo, noto per il suo modello progressista nel campo della droga, sembra stia maturando su questo tema, attraverso un approccio basato sull’evidenza e sul consenso sociale. La creazione di questo gruppo di lavoro rappresenta un passo importante nell'approfondimento del dibattito sul consumo adulto di cannabis in Portogallo, già proposto in diverse occasioni e da diversi ambienti politici all'Assemblea della Repubblica.

 

____________________________________________________________________________________________________

[Disclaimer: tieni presente che questo testo è stato originariamente scritto in portoghese ed è tradotto in inglese e in altre lingue utilizzando un traduttore automatico. Alcune parole potrebbero differire dall'originale e potrebbero verificarsi errori di battitura o errori in altre lingue.]

____________________________________________________________________________________________________

Cosa fai con 3€ al mese? Diventa uno dei nostri Patroni! Se ritieni che il giornalismo cannabico indipendente sia necessario, iscriviti a uno dei livelli di il nostro account Patreon e avrai accesso a regali unici e contenuti esclusivi. Se siamo in tanti, con poco possiamo fare la differenza!

Sono uno dei direttori di CannaReporter, che ho fondato insieme a Laura Ramos. Vengo dall'isola unica di Madeira, dove attualmente risiedo. Mentre ero a Lisbona alla FCUL studiando Ingegneria Fisica, sono stato coinvolto nella scena nazionale della canapa e della cannabis, avendo partecipato a diverse associazioni, alcune delle quali sono ancora membro. Seguo l'industria globale e in particolare i progressi legislativi relativi ai diversi usi della cannabis.

Sono contattabile via email all'indirizzo joao.costa@cannareporter.eu

Clicca qui per commentare
Sottoscrivi
Notifica

0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti
Pubblicità


Guarda il documentario "Pazienti"

Documentario Pazienti Laura Ramos aiutaci a crescere

Recentes mais

Internazionalegiorni fa 3

La polizia tedesca chiarisce di non aver suggerito il consumo di cannabis (al posto dell'alcol) ai tifosi inglesi a Euro 2024

La polizia di Gelsenkirchen, in Germania, è stata citata in un notiziario secondo cui l'attenzione sarebbe stata più focalizzata sui tifosi...

Eventigiorni fa 4

Le sostanze sintetiche minacciano l'enorme successo di Mary Jane Berlin

Ci si aspettava che questa edizione di Mary Jane Berlin sarebbe stata il più grande raduno di sempre della comunità della cannabis in...

Nazionalegiorni fa 5

L'ICAD promuove un'indagine europea sul consumo di droga in Portogallo

L'Istituto per le dipendenze e le dipendenze (ICAD) ha lanciato la quarta edizione dell'indagine web europea sulle droghe...

Eventigiorni fa 6

Maren Krings, autrice del libro “H is for Hemp”, presenta oggi a Lisbona un documentario sull'Ucraina

Maren Krings, fotoreporter e autrice del libro “H is for Hemp” è oggi a Lisbona per presentare il suo nuovo...

Internazionalesettimane fa 1

USA: la pediatra Bonni Goldstein lancia una petizione contro il divieto dei medicinali naturali a base di CBD in California

La pediatra nordamericana Bonni Goldstein mette in guardia dal tentativo di vietare i medicinali derivati ​​dal CBD naturale...

Internazionalesettimane fa 1

In Europa sono quasi 23 milioni i consumatori di cannabis, la sostanza illecita più consumata

La cannabis continua ad essere di gran lunga la sostanza illecita più consumata in Europa. Sono queste le conclusioni del “Rapporto...

Eventisettimane fa 1

Mary Jane celebra per la prima volta in Germania la cultura della cannabis legale

È il prossimo fine settimana, dal 14 al 16 giugno, che avrà luogo la consueta Mary Jane, presso la Messe...

Eventisettimane fa 2

CB Club riunisce i professionisti della cannabis in attesa di Mary Jane, a Berlino

In attesa del CB Expo (Cannabis Business Expo and Conference), che si svolgerà a Dortmund, nel mese di settembre, la CB Company...

rapportosettimane fa 2

Sud Africa: la legalizzazione di un settore già fiorente

Nelle settimane precedenti le elezioni dell'Assemblea Generale in Sud Africa, mercoledì scorso, 29 maggio, si sono svolte...

intervistesettimane fa 2

Rui Reininho: “Penso che sia davvero strano che i miei colleghi della GNR mettano il naso nelle proprietà delle persone per vedere cosa fa questa pianta”

Rui Reininho, musicista portoghese divenuto famoso come cantante dei GNR, non ha bisogno di presentazioni. Contrariamente a quanto molti pensano, non ha trovato...