Seguici sui social

Canapa

L'EIHA conduce uno studio sulla tollerabilità del THC della canapa in Portogallo

Pubblicato il

em

Immagine in primo piano: Youtube Hemp & CBD Mag, "Aggiornamento sullo stato dell'UE che copre gli alimenti a base di canapa, i cosmetici e la riforma della PAC - EIHA - Lorenza Romane"

Se sei in Portogallo e vivi a Porto, potresti essere uno dei 400 selezionati per uno studio per valutare la tollerabilità del THC residuo dalle formulazioni di canapa industriale. La European Industrial Hemp Association (EIHA) sta promuovendo il test come parte dei processi di presentazione del CBD come "nuovo alimento" all'Unione Europea (UE) ed è stata scelta una clinica a Porto per farlo. L'informazione è stata confermata a Cannareporter da Lorenza Romanese, Managing Partner di EIHA.

L'EIHA sta compiendo progressi sulle applicazioni di "nuovo cibo" nell'UE, con formulazioni a spettro completo che pongono maggiori sfide al consorzio. Sono necessari test per dimostrare che il CBD della canapa industriale può finalmente apparire come ingrediente alimentare, ovvero studi che dimostrano l'assenza di tossicità del CBD e la tollerabilità del THC presente nella canapa in proporzioni residue.

Nel 2019, l'EIHA è entrata nel mercato dei nuovi prodotti alimentari presentando una domanda per utilizzare il CBD (cannabidiolo) come alimento nei prodotti destinati al consumo nell'UE. Lorenza Romanese ha confermato questa settimana a Cannareporter che l'EIHA deve condurre uno studio di tollerabilità al THC e che l'EIHA ha scelto una clinica a Porto per farlo.

Full Spectrum ha più sfide di presentazione come "novel food"

Lorenza Romanese ha detto a Cannareporter che l'EIHA "ha raccolto i dati e descritto i processi in base alle informazioni trasmesse dai suoi membri". Per quanto riguarda le proposte dell'EIHA (una per le formulazioni di CBD a spettro completo, un'altra per le formulazioni con CBD isolato derivato dalla canapa e un'altra per il CBD sintetico), il portavoce del gruppo presume che "sono i prodotti a spettro completo che presentano le maggiori sfide in termini di di sottomissione”. Per quanto riguarda l'isolato di CBD, queste domande non sorgono perché "è un ingrediente".

Lorenza Romanese ha condiviso alcuni dettagli in merito al processo che si svolgerà a Porto: ospiterà 400 persone e si svolgerà in una struttura sanitaria privata. I 400 partecipanti saranno divisi in quattro gruppi in uno studio di 30 giorni. Il reclutamento sarà effettuato “sulla base di campioni di sangue e altre analisi”, con i partecipanti allo studio che dovranno essere “sani” secondo determinati parametri di salute.

Il Consorzio EIHA in risposta al regime dei Novel Food

Il Novel Foods Scheme, che include la canapa e altri cannabinoidi, è una procedura estesa per valutare la sicurezza alimentare di prodotti, alimenti e ingredienti che, secondo l'UE, non hanno una storia significativa di consumo passato (prima del 1997). Sebbene gli alimenti a base di canapa siano consentiti, in particolare con semi di canapa o altre parti della pianta, i cannabinoidi derivati ​​dalla canapa, in particolare il CBD della canapa industriale, sono considerati un nuovo alimento dall'UE.

L'EIHA si è unita agli sforzi di diversi membri in tutta Europa e nel 2019 ha raccolto 3,5 milioni di euro per presentare una domanda per il CBD derivato dalla canapa come nuovo alimento. I vari membri dell'EIHA che hanno deciso di entrare a far parte del consorzio hanno contribuito con “15 euro, attraverso una rateizzazione di 3 anni”, che Lorenza considera “molto equo”. Lo studio sul THC è stato "progettato dal primo giorno", secondo Romanese.

Attraverso questo consorzio, EIHA intende che la canapa industriale possa espandersi per includere il CBD derivato dalla canapa industriale come ingrediente alimentare. I vari partecipanti a questo consorzio godranno di 5 anni di tutela della proprietà intellettuale, potendo commercializzare prodotti basati sui prodotti testati e approvati nell'ordine effettuato.

 

____________________________________________________________________________________________________

[Disclaimer: tieni presente che questo testo è stato originariamente scritto in portoghese ed è tradotto in inglese e in altre lingue utilizzando un traduttore automatico. Alcune parole potrebbero differire dall'originale e potrebbero verificarsi errori di battitura o errori in altre lingue.]

____________________________________________________________________________________________________

Cosa fai con 3€ al mese? Diventa uno dei nostri Patroni! Se ritieni che il giornalismo cannabico indipendente sia necessario, iscriviti a uno dei livelli di il nostro account Patreon e avrai accesso a regali unici e contenuti esclusivi. Se siamo in tanti, con poco possiamo fare la differenza!

Sono uno dei direttori di CannaReporter, che ho fondato insieme a Laura Ramos. Vengo dall'isola unica di Madeira, dove attualmente risiedo. Mentre ero a Lisbona alla FCUL studiando Ingegneria Fisica, sono stato coinvolto nella scena nazionale della canapa e della cannabis, avendo partecipato a diverse associazioni, alcune delle quali sono ancora membro. Seguo l'industria globale e in particolare i progressi legislativi relativi ai diversi usi della cannabis.

Sono contattabile via email all'indirizzo joao.costa@cannareporter.eu

Clicca qui per commentare
Sottoscrivi
Notifica

0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti
Pubblicità


Guarda il documentario "Pazienti"

Documentario Pazienti Laura Ramos aiutaci a crescere

Recentes mais

comunicati stampagiorni fa 4

Cannabis Europe accoglie i leader europei e nordamericani a Londra per trarre vantaggio dal mercato europeo della cannabis

L’industria della cannabis nordamericana sta creando un movimento significativo attraverso l’Atlantico in quanto leader di questo...

Internazionalesettimane fa 1

La polizia tedesca chiarisce di non aver suggerito il consumo di cannabis (al posto dell'alcol) ai tifosi inglesi a Euro 2024

La polizia di Gelsenkirchen, in Germania, è stata citata in un notiziario secondo cui l'attenzione sarebbe stata più focalizzata sui tifosi...

Eventisettimane fa 1

Le sostanze sintetiche minacciano l'enorme successo di Mary Jane Berlin

Ci si aspettava che questa edizione di Mary Jane Berlin sarebbe stata il più grande raduno di sempre della comunità della cannabis in...

Nazionalesettimane fa 1

L'ICAD promuove un'indagine europea sul consumo di droga in Portogallo

L'Istituto per le dipendenze e le dipendenze (ICAD) ha lanciato la quarta edizione dell'indagine web europea sulle droghe...

Eventisettimane fa 2

Maren Krings, autrice del libro “H is for Hemp”, presenta oggi a Lisbona un documentario sull'Ucraina

Maren Krings, fotoreporter e autrice del libro “H is for Hemp” è oggi a Lisbona per presentare il suo nuovo...

Internazionalesettimane fa 2

USA: la pediatra Bonni Goldstein lancia una petizione contro il divieto dei medicinali naturali a base di CBD in California

La pediatra nordamericana Bonni Goldstein mette in guardia dal tentativo di vietare i medicinali derivati ​​dal CBD naturale...

Internazionalesettimane fa 2

In Europa sono quasi 23 milioni i consumatori di cannabis, la sostanza illecita più consumata

La cannabis continua ad essere di gran lunga la sostanza illecita più consumata in Europa. Sono queste le conclusioni del “Rapporto...

Eventisettimane fa 2

Mary Jane celebra per la prima volta in Germania la cultura della cannabis legale

È il prossimo fine settimana, dal 14 al 16 giugno, che avrà luogo la consueta Mary Jane, presso la Messe...

Eventisettimane fa 3

CB Club riunisce i professionisti della cannabis in attesa di Mary Jane, a Berlino

In attesa del CB Expo (Cannabis Business Expo and Conference), che si svolgerà a Dortmund, nel mese di settembre, la CB Company...

rapportosettimane fa 3

Sud Africa: la legalizzazione di un settore già fiorente

Nelle settimane precedenti le elezioni dell'Assemblea Generale in Sud Africa, mercoledì scorso, 29 maggio, si sono svolte...